Indice del forum

Associazione Culturale Apartitica-"IlCovo"
Studio Del Fascismo Mussoliniano
Menu
Indice del forumHome
FAQFAQ
Lista degli utentiLista degli utenti
Gruppi utentiGruppi utenti
CalendarioCalendario
RegistratiRegistrati
Pannello UtentePannello Utente
LoginLogin

Quick Search

Advanced Search

Links
Biblioteca Fascista del Covo
Canale YouTube del Covo
IlCovo su Twitter

Who's Online
[ Amministratore ]
[ Moderatore ]

Utenti registrati: Nessuno

Google Search
Google

http://www.phpbb.com http://www.phpbb.com
I nostri articoli su "Primato Fascista"
Vai a pagina 1, 2, 3, 4  Successivo
 
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Edicola
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
AquilaLatina




Registrato: 07/05/07 21:34
Messaggi: 1482
Località: Stato Nazionale Fascista

MessaggioInviato: Mer Nov 19, 2008 10:37 pm    Oggetto:  I nostri articoli su "Primato Fascista"
Descrizione:
Rispondi citando

Primato Fascista è una rivista virtuale presente in Rete sotto forma di blog creata da me e Dvx87 il 13 settembre 2008.

"Primato" richiama alla rivista intellettuale bottaiana che raccolse il meglio della Cultura italiana dell'epoca, l'aggettivo "Fascista" che segue indica l'indirizzo della Rivista che stabilisce come punto fermo il Primato dell'Ideologia Fascista sul Materialismo imperante.

L'incipit di Berto Ricci che abbiamo posto come premessa non poteva essere più azzeccato Very Happy

Desidero invitare tutti, i Gestori del Covo in primis, a collaborare con "Primato Fascista", magari scrivendo di tanto in tanto qualche articolo che si desidera pubblicare.

"Primato" sarebbe onorato di avere un vostro articolo li presente Very Happy

Le porte sono ovviamente aperte a tutti, antifascisti intellettuali compresi Wink

Ecco il link del blog:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ultima modifica di AquilaLatina il Gio Nov 20, 2008 1:23 am, modificato 2 volte in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
AquilaLatina




Registrato: 07/05/07 21:34
Messaggi: 1482
Località: Stato Nazionale Fascista

MessaggioInviato: Mer Nov 19, 2008 10:41 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Quì di seguito gli articoli che ho sino adesso pubblicato. Si accettano commenti e critiche Smile

14/09/2008

IL FASCISMO OGGI!

Voglio dedicare questo articolo ai Giovani che si stanno accostando al Fascismo, che sono desiderosi di fare propria quella Creatura che poggia su basi solide e lontane nel tempo, ai Giovani fascisti che ci frequentano e che dimostrano colla loro volontà, ferrea e superba, di essere i degni successori dei Camerati di Bir El Gobi. Ed uso volutamente il termine “camerati” nella sua accezione ideale più pura.
Nell’accingermi a scrivere queste righe, a dimostrare cioè quanto attuali e insuperati siano i principi del Fascismo, non posso che biasimare tutti coloro – e sono tanti! – antifascisti e neofascisti, che considerano superata, pur senza conoscerla, l’Ideologia fascista. I primi, antifascisti mestieranti della partitocrazia nostrana, che considerano il Fascismo una superfetazione anacronistica, un ricordo del passato da estirpare. I secondi, più antifascisti dei primi, che si appropriano in modo strumentale del Fascismo salvo poi dichiarare che esso è superato e che quindi “deve evolvere” verso nuove forme non specificate. Queste forme devono poi soddisfare le varie anime dell’area radical-destrorsa, a tutto discapito del Pensiero formulato da Benito Mussolini. Comunque sia, quello che più conta è vedere la risolutezza di questa coalizione concorde nel decretare la morte del Fascismo. Magnifico! Significa che chi vi scrive rappresenta uno degli ultimi fantasmi di una triste pagina storica.
Il Fascismo è, oggi, più vivo che mai nelle coscienze di chi ancora crede in un progetto di rivoluzione politica incarnato dallo Stato Etico Corporativo fascista. E’ vivo, anzi vivissimo! Mobilita ed è in grado di mobilitare la migliore gioventù che vede in esso la realizzazione di un Ideale Universale e a-temporale fondato sulla Giustizia Sociale.
Il Fascismo è fatto di due momenti: uno positivo (o propositivo), nel quale viene indicato un determinato Modello di Civiltà portatrice – non negatrice – di una alternativa Modernità. Il Fascismo incarna, in sostanza, un diverso tipo di Modernità che si contrappone alla Modernità negletta di questo sistema.
Infatti il secondo momento è quello “negativo”, nel quale vengono negati e superati tutti quei sistemi sociali che rappresentano l’antitesi del Sistema Fascista! Quei sistemi cioè che fondano le loro basi in un rozzo Materialismo, sia esso liberal-capitalista che di derivazione marxista.
Ideologia dinamica, non statica, il Fascismo sa adattare la propria forma e sa usare i più spregiudicati mezzi a seconda dell’epoca storica e della necessità contingente. Questo senza mai “cambiare” di una sola virgola la propria sostanza, ma saperla adattare al divenire storico dei popoli.
Qual è questa sostanza immutabile del Fascismo? Lo si è accennato, l’istituzione di uno Stato Etico Corporativo.
Il Corporativismo è il fenomeno rivoluzionario che incarna l’unica democrazia possibile. Scrisse infatti Giuseppe Bottai nel dopoguerra:

<<e’ fuor di dubbio che con la “unità” e la “libertà” d’associazione sindacale il Fascismo avesse posto le basi d’un regime rappresentativo nuovo, capace d’affiancare alla deputazione parlamentare una rappresentanza “diretta”, mentre con il principio dell’autogoverno corporativo soppiantava la delegazione del potere con un potere diretto. I due problemi, che la democrazia moderna si pone, erano virtualmente risolti>>.

Lo Stato è altresì Etico, guidato cioè da una Morale è uno Stato con una precisa volontà. Cosa chiede questo Stato al Cittadino? O, meglio, cosa chiede il Fascismo all’individuo? Non un’astratta e formale cooptazione all’interno di un organismo superiore, eterno e intangibile, bensì una partecipazione attiva fatta di responsabilità e diritti.
La Democrazia nostrana grava sul cittadino come un governo assillante, sempre pronto a invadere in modo indebito lo spazio di libertà del singolo, soffocandolo con un peso burocratico e legislativo tanto più insopportabile quanto più si manifesta in modo paternalistico; il Cittadino dello Stato Etico Corporativo concepito dal fascismo, invece, esalta le proprie prerogative e capacità specializzate, mettendole a disposizione di un ente di cui è parte piena, cosciente e legittima. La sua produttività viene valorizzata dall’interno di una comunità politica nella quale i consociati attraversano tutta la propria vita.
Così lo Stato non sarà più un leviatano oscuro e incombente: accoglierà invece la vita intera del Cittadino-Produttore, gratificato dalla Compartecipazione ad una struttura collettiva a cui ha tutto l’interesse – in primo luogo Morale – di essere solidale. Lo Stato, da parte sua, amplia il proprio ruolo sociale, trasformandosi da spettatore asettico delle esistenze dei propri abitanti a interprete delle loro esigenze, ma anche e soprattutto suggeritore di stili, abitudini, mentalità.
Ma tutto ciò deve avere alla base una Rivoluzione Morale che, mirando alla creazione di un Uomo Nuovo portatrice di nuovi valori morali, dia ai Cittadini la possibilità di identificarsi con lo Stato.
Lo Stato assume così una propria disciplina politica capace di coinvolgere tutti gli strati della vita nazionale: superando conflitti e lacerazioni, esso si pone come espressione di un potere collettivo. La democrazia diretta appunto.
Sempre Bottai afferma che "Il Sindacato, la Corporazione, il Partito Unico, che furono, e possono ancora essere, in altri sistemi, strumenti di dominio della massa sull'uomo, sono mezzi giuridici dati dallo Stato Fascista all'uomo per riscattarsi dalla tirannia della massa, dal brigantaggio dei grossi feudatari dell'economia capitalistica, dalla concorrente omertà delle fazioni, fondando una gerarchia autentica e naturale di valori individuali e collettivi".
Domando dunque agli antifascisti di tutte le logge: cosa ha di anacronistico un siffatto progetto politico fondato sulla Giustizia? Cosa c’è da evolvere? Nulla!
Sarà utopico? Può darsi. Ma nessuna Rivoluzione può dirsi fallita senza prima avere sperimentato il fallimento. E si sa perché il Fascismo è caduto: causa di eventi del tutto esterni, non certo per deficienze ideologiche!
Ancora Bottai ammoniva lucidamente nel dopoguerra che il Fascismo fu <<fallimento di persone, e non di sistema>>. A Bottai fa eco Mussolini quando afferma:<<un'idea è al tramonto, quando non trova più nessuno capace di difenderla anche a prezzo della vita>>.
Questo significa che non è giunta ancora l’ora del tramonto per il Fascismo, finché esisteranno Giovani puri come i fondatori di questo piccolo ma grande foglio virtuale.
E’ ai giovani che io lancio l’appello conclusivo! Ai giovani delle officine e degli atenei, ai giovani d’anni e ai giovani di spirito. Fate proprie queste parole di Niccolò Giani, fondatore della Scuola di Mistica Fascista:

“Non cercate altrove guardate al fascismo, imparate a conoscerlo e lo amerete, studiatelo e diventerà la vostra idea. Né per voi sarà mai una catena ma un vincolo d’amore verso una creazione più grande dell’umanità. Esso sarà per voi e per tutti l’alba di un nuovo giorno”.

Difendete il Fascismo!

AquilaLatina



14/10/2008

Percorso storico del Corporativismo

“Chi vede nel corporativismo soltanto una concezione economica o una semplice politica economica, è fuori della verità. Il corporativismo fascista è una visione integrale, unitaria, della vita e dell’uomo, che,informando di sé ogni attività individuale e sociale, informa necessariamente anche l’economia. E’ utopistico compiere questa rivoluzione economica, senza compiere quella spirituale dell’individuo e della società.
MUSSOLINI, “Il Popolo d’Italia” 24 Febbraio 1934


L’esperienza storica fascista porta indissolubilmente legata a se l’esperienza della prima applicazione teorico-pratica del Corporativismo Etico. E’ bene precisare una prima sostanziale differenza tra Corporativismo Politico (sostanza Etica del Pensiero Fascista) e Corporativismo Economico (mezzo economico di cui si servì il Governo Fascista per addivenire al Modello finale di Stato Etico Corporativo, quindi funzionale al Corporativismo Politico).
Come infatti chiarisce l’articolo di Mussolini che abbiamo posto come premessa di questo articolo, il Corporativismo Fascista è una concezione Spirituale, quindi integrale e unitaria della vita dell’Uomo che uniforma a se ogni attività individuale e sociale, i cui presupposti etici sono la Collaborazione, la Giustizia Sociale e Nazionale e la Partecipazione attiva del Corpo Sociale all’interno dello Stato Etico (fondatore di un nuovo Modello di Cittadinanza condiviso da tutti).
Quando, sulla scorta delle teorie mazziniane e di quelle sindacaliste soreliane, il Fascismo iniziò col mettere in moto l’esperimento sindacale-corporativo, si crearono in Italia e all’estero interessanti dibattiti culturali e studi dottrinari sulla “terza via” inaugurata dal Regime. Come nota Bottai “una vera e propria letteratura mondiale nacque intorno all’ordine corporativo italiano. Era diffusa convinzione di giungere con esso a una decisiva svolta nel senso d’una nuova democrazia”.
Ad esempio, il II convegno di studi sindacali e corporativi tenutosi a Ferrara tra il 5 e l’8 maggio 1932, vide la partecipazione di pressoché l’intero ceto intellettuale maggiormente impegnato nell’edificazione della “nuova scienza”: da Ugo Spirito, Arnaldo Volpicelli, Arrigo Serpieri, a Gino Arias, Filippo Carli, Pietro Chimienti, Ferruccio Pergolesi, Giacomo Perticone etc.
Si possono distinguere tra fasi legislative del Regime Corporativo Fascista, fasi obbedienti alla logica mussoliniana della “rivoluzione permanente”:

1. La prima fase legislativa è quella che segue l’avvento al potere del Fascismo e l’inizio dello smantellamento del vecchio e prosaico Stato liberale. La legge n. 563 del 3 aprile 1926 verte sulla disciplina giuridica dei rapporti collettivi di lavoro. L’anno seguente il Sistema Corporativo viene ufficialmente inaugurato dalla “Carta del Lavoro” , cui collaborò alla stesura lo stesso Bottai;

2. La seconda fase della costruzione del mosaico corporativo coincide colla crisi del sistema capitalistico del 1929. Mussolini, accortosi che i tempi erano finalmente maturi per la “svolta corporativa” del sistema, istituì con legge n. 163 del 5 febbraio 1934 le corporazioni e, nei mesi di maggio e giugno, dei gruppi di corporazioni;

3. La terza fase, dalla metà degli anni trenta al crollo del Regime, segna un consolidamento del neonato sistema corporativo che trova il suo acme con la costituzione, nel gennaio 1939, della Camera dei fasci e delle Corporazioni.

In campo economico la terza via corporativa sancì, almeno in teoria, il rapporto egualitario tra le forze produttrici della Nazione (lavoratori e datori di lavoro):

<<in questa economia i lavoratori diventano, con pari diritti e pari doveri, Collaboratori nell'impresa allo stesso titolo dei fornitori di capitali o dei dirigenti tecnici. Nel tempo fascista il lavoro, nelle sue infinite manifestazioni, diventa il metro unico col quale si misura l'utilità sociale e nazionale degli individui e dei gruppi>>. (MUSSOLINI, discorso all'Assemblea delle Corporazioni, Roma 23 Marzo 1936).

Ma la profonda e primaria rivoluzione del Fascismo stava in quella “Culturale-Spirituale”, tesa a forgiare l’”Uomo Nuovo” dello Stato Etico Fascista. In tal senso il Corporativismo, che si fonda sul concetto di Nuova Cittadinanza Romana, veniva così auspicato da Bottai: "Se una cosa ci rimane ancora da augurarci, è che questo atto di nascita di una nuova mentalità proletaria affratelli tutte le forze del lavoro nell'amore della Nazione. Non si tratta di allineare un esercito interminabile di tesserati, ma di preparare un esercito di cittadini e di lavoratori coscienti".
Un’ultima considerazione su questo breve excursus inerente il percorso storico del Corporativismo riguarda il fallimento o la non applicazione del Corporativismo stesso. Di ciò si lamentarono parecchi intellettuali fascisti, autentici rivoluzionari, come Berto Ricci, Ugo Spirito e Giuseppe Bottai.
La verità è che la rivoluzione permanente mussoliniana, intesa cioè a raggiungere il Modello auspicato nella teoria dopo un lungo ma inesorabile e irreversibile processo di trasformazione e costruzione graduale, fu bloccata dai fattori esterni che tutti conosciamo: la guerra, l’invasione, la sconfitta.
Per quel che concerne il Corporativismo esso non fallì perché di fatto non arrivò ad essere applicato, ma - come notò anche Bottai post guerra in “Vent’anni e un giorno” – fu un’esperienza mancata più che fallita.
L’ordinamento Corporativo, cioè l’intero sistema definito da leggi e istituti edificati in oltre venti anni di duro lavoro, fu soppresso con decreto legislativo n. 369 del 23 novembre 1944.

AquilaLatina
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
tribvnvs
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN



Registrato: 04/04/06 23:22
Messaggi: 2097

MessaggioInviato: Gio Nov 20, 2008 11:10 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Bravi, avevo già visto il blog Very Happy ma credevo fosse solo tuo e non anche di Daniele. Il 13 lo avete scelto per caso, o apposta? Non porta sfiga? Very Happy

Ci vuole pazienza coi blog, che prima o poi arrivano i contestatori... e tocca stargli dietro. Chiedete ad Ari che c'ha il suo e ne sa qualche cosa... Very Happy
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Dvx87




Registrato: 04/04/06 07:04
Messaggi: 2336

MessaggioInviato: Gio Nov 20, 2008 11:26 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

tra l'altro è anche ben visibile quel blog...
Fino ad ora abbiamo avuto solo una contestatrice ma è stata una discussione abbastanza piacevole perchè sembrava una persona intelligente: personalmente mi basta non trovare idioti e sono contento (e già questo è tanto ai giorni nostri).
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
RomaInvictaAeterna
Site Admin
Site Admin


Età: 39
Registrato: 30/11/04 13:52
Messaggi: 3235
Località: Roma

MessaggioInviato: Ven Nov 21, 2008 9:24 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Dvx87 ha scritto:

personalmente mi basta non trovare idioti e sono contento


Ti sembra semplice? Smile

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"La mistica appunto precisa questi valori...nella loro attualità politica...e dimostra l'universalità di luogo e di tempo del Fascismo"(Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Dvx87




Registrato: 04/04/06 07:04
Messaggi: 2336

MessaggioInviato: Ven Nov 21, 2008 2:20 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

per niente... Very Happy
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
AquilaLatina




Registrato: 07/05/07 21:34
Messaggi: 1482
Località: Stato Nazionale Fascista

MessaggioInviato: Ven Nov 21, 2008 3:05 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Gli idioti vanno segati, se importunano si bannano...
Ne ho estromessi due che avevano scritto qualcosa del tipo "10, 100, 1000 piazzale loreto", "morite canaglie fasciste"... ecc...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Dvx87




Registrato: 04/04/06 07:04
Messaggi: 2336

MessaggioInviato: Ven Nov 21, 2008 3:22 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

fatto bene!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Quintox



Età: 31
Registrato: 02/04/06 20:14
Messaggi: 226
Località: Padova

MessaggioInviato: Lun Nov 24, 2008 2:12 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Io con internet sono negato, ma è uno scherzo quello che appare quando si cerca "primato"? Dice che la pagina è stata cancellata!
E' vero? La democrazia ha colpito ancora? Twisted Evil

_________________
Il culto delle memorie è indice sicuro del grado di civiltà di un Popolo e della coscienza che esso ha della propria forza.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
AquilaLatina




Registrato: 07/05/07 21:34
Messaggi: 1482
Località: Stato Nazionale Fascista

MessaggioInviato: Lun Nov 24, 2008 3:08 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Quintox ha scritto:
Io con internet sono negato, ma è uno scherzo quello che appare quando si cerca "primato"? Dice che la pagina è stata cancellata!
E' vero? La democrazia ha colpito ancora? Twisted Evil


Non me ne ero accorto, IERI HANNO CANCELLATO IL BLOG!!! Shocked

Vado a chiedere subito spiegazioni...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Nico




Registrato: 30/08/07 18:37
Messaggi: 348
Località: Emilia Romagna-Cento-Provincia Ferrara

MessaggioInviato: Lun Nov 24, 2008 3:09 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Chi l'ha cancellato?
_________________
AquilaLatina ha scritto:
Mi spiegate la differenza tra destra e sinistra?


tribvnvs ha scritto:
Ti riferisci alle chiappe? Laughing


Viaggiatore, va' a dire a Sparta che noi siamo morti per ubbidire alle sue leggi!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
tribvnvs
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN



Registrato: 04/04/06 23:22
Messaggi: 2097

MessaggioInviato: Lun Nov 24, 2008 3:10 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Attendiamo notizie... Shocked
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
AquilaLatina




Registrato: 07/05/07 21:34
Messaggi: 1482
Località: Stato Nazionale Fascista

MessaggioInviato: Lun Nov 24, 2008 3:27 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ho chiesto al forum di supporto (http://supporto.forumfree.net/?t=34461842&st=0) ed ho inviato la seguente mail all'indirizzo che mi hanno detto di contattare:

"Alla Redazione di Forumfree/Forumcommunity,

Chiedo spiegazioni sul perchè sia stato cancellato il blog "Primato Fascista" di cui ero Co-Direttore (link:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
) senza aver lasciato alcuna comunicazione e/o motivazione. Chiedo inoltre perchè il mio account "AquilaLatina" sia stato bannato!

Attendo vostre.

Grazie"


Ultima modifica di AquilaLatina il Lun Nov 24, 2008 3:46 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
UrbeAEterna



Età: 26
Registrato: 04/02/08 23:04
Messaggi: 537
Località: Roma

MessaggioInviato: Lun Nov 24, 2008 3:38 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Purtroppo anche FF è sottoposto alla censura, mi spiace ragazzi...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Dvx87




Registrato: 04/04/06 07:04
Messaggi: 2336

MessaggioInviato: Lun Nov 24, 2008 5:22 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

era prevedibile finisse così: forse simili iniziative andrebbero prese su server stranieri...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Edicola Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina 1, 2, 3, 4  Successivo
Pagina 1 di 4

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Associazione Culturale Apartitica- 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2006