Indice del forum

Associazione Culturale Apartitica-"IlCovo"
Studio Del Fascismo Mussoliniano
Menu
Indice del forumHome
FAQFAQ
Lista degli utentiLista degli utenti
Gruppi utentiGruppi utenti
CalendarioCalendario
RegistratiRegistrati
Pannello UtentePannello Utente
LoginLogin

Quick Search

Advanced Search

Links
Biblioteca Fascista del Covo
Canale YouTube del Covo
IlCovo su Twitter

Who's Online
[ Amministratore ]
[ Moderatore ]

Utenti registrati: Nessuno

Google Search
Google

http://www.phpbb.com http://www.phpbb.com
I metodi del Sistema

 
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Edicola
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
ilfradicio




Registrato: 02/02/08 15:43
Messaggi: 18
Località: Milano - Foggia

MessaggioInviato: Lun Ago 04, 2008 12:43 am    Oggetto:  I metodi del Sistema
Descrizione:
Rispondi citando

Poco onorevole il metodo usato per tacitare colui o coloro che si ritengono avversari. Ma non solo. Il metodo della censura è tipica di quel sistema che tanto condannate.

Alla fine della questione si può dire, senza timore d'essere smentiti, che predicate male e razzolate peggio.

Ma questo è un problema vostro e come tale ve lo lascio, con tutte le contraddizioni, le ipocrisie e gli striscianti tentativi per togliersi da dosso la patina di antifascismo militante che avete, purtroppo per voi, fin dentro le ossa.

Risponderò, pertanto, (e con mio sommo piacere), a questo topic così carico d'ira e rancore, cosa che, sorprendentemente, mi fa sentire bene.

Citazione:

Inviato: Dom Ago 03, 2008 7:45 pm Oggetto:

--------------------------------------------------------------------------------

Come volevasi dimostrare, il nastro "perpetuo" ha ripreso a girare, con il lato B!

Meno male che lo scritto rimane, e chi volesse potrebbe andarsi a rileggere a ritroso gli interventi che molto gentilmente il Martorana ha lasciato in questa sede per vedere nè più nè meno le stesse insulsaggini maleducate e insultanti.

Questa volta però l'aggiunta è nel veramente basso e squallido tentativo di annoverare tra i tanti vituperi pure il nostro eventuale rifiuto "cattivo e indegno" verso i "camerati" che aprono mani e porte a chi come noi invece non meriterebbe niente!

Che grandezza, signori miei! Addirittura lo "schiaffo morale" dei potenti e militanti "areati" !



Beh, in effetti così è stato. Noi vi abbiamo invitati e voi avete rifiutato aggiungendo al rifiuto lo sdegno. Vogliamo forse leggere quanto scritto in altro topic, giusto per confrontare la mia versione con la vostra?

E dire che l'invito era fatto senza malizia o doppi scopi ma unicamente per poter dare agli ascoltatori la possibilità di apprendere verità mai conosciute e sentieri da percorrere mai individuati.

Un'occasione, insomma, dove far valere le vostre tesi e magari, chissà, fare nuovi adepti, nuovi simpatizzanti, nuovi "apostoli" ai quali conferire l'incarico di divultare il sacro verbo. E invece? Che ti scopro? Che gli dei del fascismo, di fronte ad un invito pubblico, si defilano con tanto di puzza al naso.

Pessimo atteggiamento per chi dice di conoscere, per chi afferma di sapere, per chi condanna un'intera area senza neanche conoscerla.

Citazione:

Oltretutto, adesso dopo (lo ripeto) aver sputato e vomitato sulla volontà di ripartire da una Vera Scuola Politica Fascista per diffondere e formare al fascismo (primo e basilare atto politico!), il sig. Martorana se ne esce dicendo che la "Mistica fascista" non è una nostra "esclusiva" e che anzi è basilare!


Non mi pare di aver mai scritto da alcuna parte che mi schifava l'idea di una scuola fascista. Anzi, mi pare di aver sempre sostenuto l'esigenza, la necessità e l'importanza di una scuola di pensiero, di uno strumento culturale che desse i giusti indirizzi e le giuste mete da raggiungere.

Probabilmente sono i metodi diversi con i quali impostare una scuola di pensiero, o scuola politica , che ci differenziano. Ed il metodo che vogliamo usare noi è molto semplice. Chi sa, parli! E se a sapere sono in diversi, e diversi sono i modi di aver appreso, così come diversi potrebbero essere le mete prefissate, se ne discuta al fine di creare una carta comune sulla quale basare i punti principali sui quali tutti i luminari devono trovarsi d'accordo. E fin quando l'accordo non si raggiunge il dialogo, (non le diatribe), devono continuare, supportate da documenti, e non da insulsi principi di parte o prese di posizione dettati da superbia e saccenza.

Nella discussione potete benissimo entrarci anche voi. Potreste confrontarvi, cosa che, con tutta probabilità, non avete mai fatto, con altri che sostengono tesi diverse, o di poco differenti. In questo modo potreste comprovare, a voi stessi ed agli astanti, la veridicità delle vostre tesi, o le scempiaggini delle stesse, cosa che avrrebbe anche per le tesi degli altri.

Il confronto, insomma, potrebbe portare a migliorare quanto è stato già creato. E lo dico senza malizia, perché credo fermamente che ,se il confronto viene fatto non per smontare il lavoro degli altri ma per accostare agli altri il proprio lavoro, ciò che ne può scaturire e solo un perfezionamento di un'ideale comune, visto da diverse angolazioni.

Quale metodo migliore per conoscere la solidità basilare del proprio pensiero, del proprio studio e delle proprie ricerche, ( e per "proprio" intendo prendere in considerazione il vostro lavoro e quello degli altri).

O volete racchiudere tutto in un forum, come si era paventato nel topic precedente? Volete che il fascismo si apprenda via internet, leggendo, senza ascoltare la voce di nessuno?

Eppure, persino Dio, a quanto ci risultà, mentre dettava i dieci comandamenti a Mosè scalfendoli sulla pietra, parlava con lui. Ma voi non parlate, scrivete e basta. Devo desumente che siete qualche gradino più in alto persino di Dio?

Credo che il vero problema è che voi non ammettete altri interlocutori, che non accettate l'idea che le vostre tesi potrebbero essere riviste e corrette, non dico cancellate, ma magari solo modificate su alcuni punti. Nel timore che ciò possa succedere preferite rimanere silenti dei, costipati in un forum dove, secondo la vostra brillante genialità, dovrebbero recarsi i volenterosi studenti del fascismo, come tante pecore che vanno verso il pastore. Vorreste, di conseguenza, persino sovvertire l'ordine naturale delle cose facendo credere che sono le pecore che vanno verso il pastore e non il contrario.

Ma a ben pensarci, posso capire il motivo del vostro sdegnato rifiuto. Se ci dovessero essere i presupposti per una correzione, anche minima, di quanto scritto, che fine farebbero i libri che avete stampato? Tutti al macero? Ma non scherziamo. Bisogna vederli, fare soldi. E allora occorre che tutto rimanga com'è. Senza aggungere o togliere nulla. Pena la ristampa dei libri e costi ulteriori.

Citazione:

Vede Martorana, sono queste schifezze e questi colpi bassi gratuiti che ci confermano nei nostri intenti!

Il problema di fondo, lo ripeto, non è una qualche divergenza di metodo fra noi e l' "area". Sono le fondamenta.
Noi non accettiamo altra identità politica se non il fascismo mussoliniano. E non credo sia uno sforzo immane conoscerlo e: 1. condividerlo; 2. respingerlo, se non aggrada.


Fin quando parliamo di storia civile, sociale e politica, posso trovarmi d'accordo su quanto sopra detto.

Ma se si intende dire che la politica del fascismo mussoliniano deve essere ripresa pari pari e portato ai giorni nostri, senza alcun cambiamento, credo che ciò sarebbe solo pura follia.

Possono essere ripresi i principi basilari del fascismo per formare un nuovo ordine di pensiero e di politica basati sui principali teoremi del fascismo, ma con l'attuazione di metodi e tempi decisamente diversi, cambiamenti che non possono non esserci, essendo passati qualcosa come 63 anni dalla caduta del pensiero mussoliniano.

Esistono nuove generazioni, nuovi metodi di insegnamento, nuove tecniche di apprendimento. Basta vedere solo l'avvento di Internet come ha cambiato il mondo. Fino a pochi decenni fa, se volevi avere, o dare, informazioni urgenti a qualcuno sito in un luogo lontano dal tuo, dovevi andare in posta e fare un telegramma urgente, cosa che faceva venire i capelli bianchi dalla paura a chi lo riceveva.

Oggi basta un computer, una linea telefonica e parli in tempo reale con il tizio che sta dall'altra parte del mondo.

All'epoca del fascismo esisteva il cinema, oltre alla carta stampata, come strumento di propaganda politica. Oggi esistono le televisioni, pubbiche e private, i satelliti dai quali si può trasmettere di tutto, internet,(ancora una volta) con il quale assicurarsi spazi giornalistici presso testate rinomate o giornali fatti in casa.

Insomma è un mondo nuovo al quale il fascismo deve adattarsi. Diversamente, se ciò non dovesse avvenire, sarebbe la fine di un'ideale al quale spettano onori ben maggiori.

Continuate a dire che non vi sono argomenti su cui controbattere. E dite il falso. Piuttosto è meglio fare i "disattenti" per non dover rispondere sulle più elementari contraddizioni sulle quali vi arenate.

Ma anche se non fosse come ho detto, quale situazione migliore per spiegare ad un pubbico eterogeneo la vostra versione e visione del pensiero mussoliniano al giorno d'oggi?

Citazione:

Voi vi ritenete tutti "eroi", "santi", "combattenti per la rivoluzione". tenetevi questa auto-definizione se ci tenete tanto! Per voi il "resto" è spazzatura, classificando questo "resto" in tutti quelli che non hanno al loro attivo "n" manifestazioni, preferibilmente conclusesi in "risse urbane", con macchine bruciate al seguito... O con assalti dei "rossi", rimasti impuniti, alla sezione "x" dei "camerati"!



La solita tecnica dell'accorpare tutti con tutto è un metodo che non attecchisce con me. Gli altri sono "gli altri". Io sono altra persona e il NON è un movimento che con "gli altri" movimenti non ha nulla a che vedere, politicamente inteso.

Detto questo, per quanto mi riguarda, non ho mai istigato risse, Posso essermici trovato ma non certo per mio volere o per averle provocate.
Non so con chi abbiate avuto a che fare, ma la gente che menzionate non fa parte del nostro movimento. Tanto meno fanno parte i metodi di costoro.

Citazione:

Noi siamo convinti dai fatti che soprattutto oggi la differenza la fa la cultira politica e la graniticita' dell'identità e degli intenti!
La differenza la fa la conoscenza politica e la preparazione Veritiera da contrapporre alle menzogne fondanti questa repubblica puzzolente di cui anche voi fate parte.


Su questo sono d'accordo, sottolineando che tutti noi facciamo parte di questa repubblica puzzolente. Ne si fa parte nell'istante in cui si compra una qualsiasi cosa, dalla più stupida alla più importante. Di conseguenza nessuno, al momento, scampa dall'esservi partecipe.

Citazione:

Dopo aver visto i fallimenti e le connivenze dell'area di destra radicale, dopo aver visto i tanti ragazzi strumentalizzati e usati, mezzi della logica dualistica dei padroni, dopo aver visto tanto sangue versato per ORDINI di altri... abbiamo detto basta! non vogliamo piu' questa logica assurda e inutile!

Per "ripartire" occorre prepararsi e organizzarsi nel pensiero e nella cultura politica da diffondere e difendere!


Giusto!

Citazione:

Voi questo non lo volete e non volete il fascismo! O meglio, lo volete solo quando ha una qualche convenienza. A fasi. Perchè TUTTI nell'area sono convinti che il fascismo mussoliniano è vecchio, superato, anche perdente e inadeguato, nella migliore delle ipotesi. Altrimenti, inutile!


Qui c'e' un errore di fondo talmente grande che faccio fatica a capire come sia possibile non vederlo.

Che ci siano persone che fraintendono il fascismo è cosa risaputa. E in questo siamo d'accordo. Lasciamoli, pertanto, da parte perchè non sono il fulcro del discorso.

Ma che "TUTTI" vogliano il fascismo a fasi è una falsità enorme basata su preconcetti del tutto personali che prende forma nell'errore primario che continuate a perpetrare, ovvero quello di accomunare tutti con tutti.

Discorso diverso sul fascismo ritenuto vecchio e superato. Perdente no! Altrimenti molti starebbero in AN o con Berlusconi. Parliamo, quindi, di coloro che credono nel fascismo e che vorrebbero fosse applicato.

I cambiamenti sono necessari per la vita stessa del fascismo. Il fascismo non è una filosofia politica statica, che rimane ferma dov'e', tutta d'un pezzo contro ogni fenomeno naturale.
Il fascismo ha una potenzialità enorme e molto differente dalle altre ideologie, proprio perchè riesce a strutturarsi nel contesto del tempo corrente.

Diversamente cosa dovremmo fare? Vestirci d'orbace, con fez in testa, pugnale tra i denti e bomba a mano innescata e gridare Viva il Duce mentre andiamo all'assalto di Tripoli e Bengasi?

Noi crediamo che il fascismo, per poter tornare in auge, debba avere la capacità di sapersi adeguare alle necessità dei cittadini di oggi. Necessità che creano problematiche ben diverse da quell esistenti nel 1919 o nel 1945.

Molte ideologie, compresa quella comunista, sono cadute proprio per la loro incapacità ad adattarsi ai tempi vigenti. Sono rimasti fermi e attaccati a vecchie condizioni, a obsoleti principi che non avevano più motivo di esistere, oltre che di essere messe in pratica.

Dite che così non è? Che le cose stanno diversamente ed avete persino le prove che confortano le vostre tesi? Allora venite a dirle, Fate in modo che il mondo fascista sappia delle vostre scoperte e come sia possibile, al giorno d'oggi, usare le stesse strategie politiche di ieri, senza che ciò alteri il risultato delle battaglie sociali.
Questo era uno dei motivi per i quali vi era stato fatto l'invito come relatori.

Citazione:

Tenetevi le vostre MILLE ANIME del Fascismo, i vostri camerati dalla diversa estrazione politica, in modo da continuare con i papocchi funzionali solo alla partitocrazia regnante!


Bah, se li terranno gli altri. Non certo noi!

Citazione:

Adesso, però, caro Martorana ha sinceramente stancato nell'insultarci e insultare il nostro lavoro DI anni, pagato e sudato da noi, che ci siamo sobbarcati non solo le spese di questa opera, ma anche abbiamo sopportato la viltà di chi la ostacola e l'ha ostacolata per preconcetto antifascista, senza nemmeno sapere cosa sia e quale siano i suoi scopi!! si tenga i suoi soldi, perche' mi fanno schifo e stia certo che non ho bisogno delle recensioni del suo "giornale"! non chiedo elemosina e se vuole essere davvero gentile, sparisca dalla mia vista! lei e tutta l'area!


Beh, se ritenete che un invito ad un convegno, in qualità di relatori sulla filosofia del fascismo, ovvero sulla mistica fascista, sia un offesa o un insulto, non so che dirvi. Penso che sia un problema vostro, più che mio.

Se vi avessi invitato ad un festino gay avrei potuto capire il vostro disappunto. Ma in questo caso mi pare fuori luogo. A meno che, la stizza dimostrata, non serva a difendere quanto detto prima circa le copie dei libri già stampati che correrebbero il rischio di essere "monnezzati" dovendo subire qualche rettifica dovuta al confronto con qualche altro personaggio che, come voi, ha sudato e studiato sullo stesso argomento, ma arrivando a conclusioni diverse, per alcuni casi, uguali in altri, e parzialmente diversi in altri ancora.

Inoltre, quando parlate di "conoscenza", ovviamente tutta racchiusa nel libro da acquistare, parlate di qualcosa che dovrebbe rivoluzionare l'intera area. Una forza così grande che potrebbe creare scompensi e terremoti di ciclopiche proporzioni all'interno di quel contenitore che, da voi, e così svilito e aggredito. E potrebbe anche essere così, intendiamoci. Può essere probabile che siate riusciti ad arrivare al nocciolo della questione ed a trovare la strada maestra affinchè il fascismo torni ad essere puro, (anche se non lo è mai stato neanche quando era al potere).

Solo che, mi chiedo, ma se tutta questa opera èstata compiuta da persone che nel fascismo credono e che, in base ai loro studi, sono in grado di poter giudicare tutti coloro che si professano tali, non facendo salvo nessuno, condannando tutti alla geena, perchè pretendono che la verità venga pagata? Perché se tale verità è così importante non viene svelata per la salvezza dei pochi fascisti rimasti o del solo fascismo inteso quale pensiero filosofico vivente?

Perchè, se non possiamo comprare il libro, (o semplicemente non intendiamo ingrassare i portafogli di qualcuno che si erge a profeta), non possiamo conoscere una verità che accomuna noi, poveri mortali erranti, a coloro che hanno scritto il sacro verbo?

Ritornando alla parodia di Dio e Mosè, sarebbe come se Dio, prima di dare i dieci comandamenti che avrebbero salvato l'Uomo dalla sua stessa rovina, avesse chiesto un po di soldi al povero Mosè.

Possibile che il pastore del popolo ebraico abbia avuto gratis la rivelazione sulla quale una intera umanità ha basato i propri studi e la propria esistenza per millenni, e noi, nel nostro piccolo, siamo costretti a pagare per conoscere i comandamenti del fascismo?

E' possibile che esista questo mistero sulla verità fascista che viene gelosamente tenuta nascosta in un libro che si apre solo a pagamento?
E che razza di rivelazione sarebbe ciò che si viene a scoprire solo se si paga?

Dite che avete stampato i libri. Ma nessuno vi ha chiesto di farlo. E se lo avete fatto non è certo perche siete dei filantropi, ma perchè lo scopo era, innanzi tutto, incassare, e poi far leggere quello che avete scritto.

Eppure avete detto che questo forum è il luogo ideale per emanare sapienza e conoscenza. Ma invece di pubblicare apertamente i vostri studi, (quelli che dovrebbero condannare tutti e salvare solo voi, anime elette), avete pensato di farci un libro, anzi due.

Chissà come mai. Occorrerà una laurea in "furbologia applicata" per scoprirlo, perchè è difficile capirlo. Chi dice che dai libri ci guadagnate, dice menzogne. Eppure il libro ha un costo ed un ricavo. Ma di questo ve ne parlo in seguito.

Per quanto riguarda il mio denaro potete stare certi che non un solo centesimo arriverà mai nelle vostre tasche, qualsiasi siano i motivi.
E su questo è inutile dilungarsi perché non esistono contraddizioni di sorta!

Infine, mi invitate a sparire dalla vostra vista, così come tutta l'area. Penso di non potervi accontentare e, anche se non ho ascoltato nessun altro appartenente all'area, presumo di non sbagliare se vi dico che neanche l'area potrà sparire dai vostri occhi.

Voi ribaltate costantemente le leggi naturali pur di ergervi a "magnifici". E' come se vorreste che una città intera, all'interno della quale abitate, si sposti perchè a voi da sui nervi, vi è antipatica.

Scusate ma, non fate prima a spostarvi voi che siete un tantino di meno rispetto al numero che compone l'intera area? Se proprio vi da fastidio l'esistenza di chi avete menzionato potete sempre cercare nuovi lidi. Mi pare che vi siano degli esimi professori, vostri pari, dall'altra parte dell'Oceano Atlantico che vi hanno anche recensito i libri che avete stampato. Potreste cercare di fare comunella con loro. Così noi continueremo ad essere i pessimi individui, (come ci definite), e voi continuerete ad alzarvi da terra fino a raggiungere il famoso "settimo cielo" della conoscenza.

Citazione:

Viltà! Che tocca livelli abominevoli e infimi, quando si strumentalizza come state facendo ora, sbattendoci pure in faccia che dovremmo essere contenti dei vostri insulti e dei vostri maldestri plagi!


Sarebbe preferibile evitare la parola "plagio". Qui c'e' gente che conosce molto bene il significato della parola e le conseguenze!

Citazione:

La diffido formalmente dal fare ancora quelle basse insinuazioni sui nostri presunti "guadagni" per il Libro fascista e di Cultura Politica che abbiamo con tanta fatica e tante spese pubblicato!
Il costo del Libro è, tra l'altro, costo dell'Editore che a noi dà nemmeno 10 centesimi di euro a copia!
Ogni "guadagno" relativo alle copie è stato messo subito a disposizione di tutti e come "fondo" per la campagna culturale in atto.


Allora, cari laureati in "furbologia applicata". Ancora una volta sbattete i vostri ridondandi crani contro un muro di cemento armato pensando che sia di carton gesso.

Si da il caso, ma è proprio un caso, che nell'editoria ci sguazzi da tempo. E non solo per Il Popolo d'Italia, ma anche per altri motivi legati al mio lavoro.

Ora, voi dite che il libro costa 10 euro all'editore. Questi vi riconosce 10 centesimi sul venduto, (anzi a quanto pare anche meno). Vi da quindi meno dell'1% su quanto vende. E' possibile credere al fatto che date l'opportunità di far incassare soldi ad un editore mentre voi incassate polvere? Su, va bene cercare di prendere per fessi il prossimo, ma così spudoratamente diventa ridicolo.

Bene. Le cose sono due. O voi siete dei babbei o pensate che lo siano gli altri.

Visto che vi piacciono le prove, gli "stracci" di argomentazioni, (come dite voi), ve ne do uno sul quale meditare, anche se ciò non vi farà desistere dal dimostrare sempre quella superbia che mal vi ripaga.

Se io dovessi stampare mille libri, con circa 300 pagine tra testi, disegni e foto, con una copertina di quelle economiche, (per intenderci con una grammatura di circa 250 -300 gr.), compresa la rilegatura, pagherei al tipografo, più o meno dai 3 ai 4 euro per libro.

Ma l'editore, essendo tale, ha uno smercio ed una produzione di libri molto più elevata per numero rispetto a quello da me indicato. Questo perchè, oltre a stampare il vostro libro, nel contempo, ne stampa anche altri, compresi quelli che vanno in ristampa, quindi già esistenti sul mercato.

Peranto, il costo sopra menzionato, è destinato a scendere repentinamente di quasi il 30 - 40% ( e vado per difetto).

Quindi, il vostro libro, all'editore, costa circa 2,5 - 3 euro per copia.

Voi dite che gli altri 7,40 - 6,90 euro vanno tutti per le spese e per un misero guadagno da parte dell'editore? E così sarebbe anche per voi?

Cari camerati, mentre tentate di fare quattrini diffondendo il verbo, qualcun'altro, (sempre ammesso che l'editore sia parte estranea rispetto agli scrittori), vi sta fregando.

E se così non fosse vuol dire che non percepite solo 10centesimi, ( o addirittura meno), per libro.

Insomma, da qualcunque punto di vista si vuol vedere la cosa, c'e' qualcuno che sta fregando qualcun'altro.

In ultimo, sarebbe interessante sapere chi sarebbero questi ipotetici "altri" ai quali viene messo a disposizione la favolosa cifra di meno di 10 centesimi per libro. Se si vendessero tutti i mille libri, i "tutti" avrebbero a disposizione, niente di meno che 100 euro e, forse, anche meno stando ai vostri conti. Direi che parliamo di cifroni!!

E proprio perche si parla di cifre di un certo spessore i benefici delle vendita andrebbero ripartiti tra i "tutti" ed il fondo che si occupa degli studi. Insomma siete prossimi ad aprire una biblioteca per soli fascisti, cioè, per voi soli.

Attenti, camerati, a cosa scrivete ed a chi scrivete, perchè non esistono solo coloro che si fanno plagiare il cervello fino a sbottare stupidamente per poi correre qui a chiedere asilo politico. Ci sono anche persone che sanno tenervi testa. Qualcuno di voi ne ha avuto una prova diretta persino nelle aule dei tribunali, dove era entrato tutto ingalluzzito e pronto alla pugna, salvo poi trovarsi con un fardello addosso di notevoli dimensioni.

Citazione:

Abbiamo perso e stiamo perdendo molti soldi, NOI che viviamo solo del nostro stipendio da fame, per solo diffondere queste idee, forti anche dei riconoscimenti accademici che rafforzano quanto di buono è stato fatto!


Ragione in più per partecipare come relatori al convegno che vi riguarda da vicino. I riconoscimenti accademici, anche se vengono da oltre oceano e da persone che la massa non conosce, possono essere sempre un buon trampolino di lancio.

Per quanto riguarda i "molti soldi" spesi, devo dire che è un male comune. Anche il sottoscritto ne ha dovuti spendere tanti per fermare loschi figuri infiltrati all'interno di un certo movimento.

Citazione:

non accetto che da parte di uno come lei, si osi fare insinuazioni come quelle, quando ogni OPERAIO ha diritto alla sua mercede per il lavoro che svolge e che in questo caso va a beneficio di coloro che cercano una informazione che voi benemeriti non avete mai dato (basta vedere lo scaplore che suscita).


Beh, non mi pare che dalle vostre parti ci sia stato uno scalpore migliore. Forse in America sarete più famosi di Italo Balbo. Ma qui siete solo conosciuti attraverso questo forum. Per cui, fatevi i conti da soli.

Comunque sia, lo ripeto, il convegno vi può dare spunto e luce sul vostro operato. Rifiutare di poter enumerare le vostre scoperte ed accreditarvi maggiori consensi, per giunta in patria, è una zappa che vi tirate sui piedi da soli.

Non so quanti vi hanno dato l'opportunità di intervenire ad un convegno in qualità di relatori. Ma credo siano stati pochi. Diversamente i recensori sarebbero stati italiani e non americani.

Citazione:

Nessuno è obbligato a comprare il Libro. Sarebbe un bene per la diffusione del fascismo.


... e non solo del fascismo!

Citazione:

Riguardo, invece, la montagna di carta STAMPATA da quegli editori benemeriti della plutocrazia nostrana, piccoli o grandi che siano, usati spesso e volentieri dall' Area.. che vogliamo dire? Ma niente. In quel caso si tratta di "baionette per la rivoluzione"!


Una frase che usò Benito Mussolini, e non certo io, agli albori del suo glorioso giornale che voi tanto denigrate. Ma comprendo il vostro rammarico per non essere riusciti a metterci sopra le vostre zampe rapaci. Come comprendo la tipica reazione che, solitamente, si sintetizza facendo riferimento ad un vecchio racconto per bambini intitolato: "La volpe e l'uva".

Se non altro, da queste parti non esistono editori o scrittori che incassano soldi per quanto viene pubblicato. E non esistono neanche i 10 centesimi di surplus. Qui si paga tutto senza incassare nulla. E questo testimonia, se non altro, la purezza degli intenti.

Citazione:

Noi non abbiamo nulla! Non abbiamo nessun referente! Siamo poveri di tutto, ostacolati in ogni modo da gentaglia come lei.


...che vi da la possibilità di non essere più ostacolati, né di fare le vittime dell'antifascismo. Per quanto riguarda la "gentaglia" come me, è vero, esiste una differenza. Io non ho mai plagiato testate. Qualcuno di voi, invece, è dovuto correre da Parlemo fino al tribunale di Milano, per dimostrare la sua onestà intellettuale e personale e di non appartenere al gruppo di gentaglia della quale, secondo il vostro illuminante parere, farei parte.

Citazione:

E le assicuro che il mio fine non è adulare quelli "dell'altra parte", che tra l'altro sono gli opposti/uguali a voi! Il mio fine è diffondere queste idee, senza distinzione di provenienza!
Ma tenendo conto che il mio interlocutore deve essere trasparente!
Cosa che dalle vostre parti non esiste!

L' Area ha provocato danni a tutti e a me medesimo, perchè a causa sua sono stato inquadrato in uno stereotipo vile, e sono stato insultato per questo!


Dare agli altri le proprie colpe è davvero molto squallido, e non solo. C'è anche una buona dose di viltà. Avessi avuto i poteri che voi dite, penso che non sarebbe esistita più la possibilità, per qualcuno di voi, di fiatare parlando di fascismo. Per cui, le vostre accuse, come al solido si basano su fondali melmosi.

Citazione:

Ogni volta che l' "area" si produce nelle sue grandi azioni politiche (ovvero i pestaggi agli stadi ad esempio!) e ogni volta che queste grandi azioni sono "marchiate", il fascismo, e me medesimo, viene vilipeso!


Avreste, tutti voi, la possibilità di iniziare un corso nuovo e diverso dai soliti.
Avreste, tutti voi, la possibilità di far riscattare il fascismo dalle solite accuse inverosimili. Eppure, all'invito fattovi, rispondete in maniera negativa.

Forse questo stato di cose giova anche a voi, perchè diversamente non vi fermereste a scrivere libri e topic di forum, ma fareste qualcosa di pratico e pubblico non appena se ne presenta l'occasione. E l'occasione si è presentata. Ma voi rifiutate con sdegno. E così facendo vi rendete colpevoli e responsabili della continuità errata di lotta politica. Pur potendo mettere, o tentare di mettere, un freno a tutto questo, denegate l'invito. Così facendo fate un favore a quell'antifascismo contro il quale dite di lottare, a parole. Nei fatti sembrate complici.

Citazione:

Questo è il problema! Il fascismo è vecchio e noi siamo reazionari! Ma l'area non pronuncia la sua dissociazione! che farebbe felici tutti, se foste in buona fede!


IN questo concetto c'e' un errore di fondo che, in un certo senso, svela un pochino i vostri altarini.

Il fascismo non è reazionario, ma rivoluzionario. Reazionari sono i facenti parte del sistema. Cos'è un lapsus dello studioso quello di paragonare il fascismo ai reazionari? O si è scoperta la tela di un quadro nascosto dietro il vostro sapere?

Citazione:

Ora basta, però. La discussione è chiusa.

Non le permetterò di venire ad insultarci ancora, a fare insinuazioni, a fare il suo "lavoro", con questa tracotanza ignorante e maleducata. ADESSO BASTA!


Che strano, sono le stesse cose che dico io di voi. Ma allora anche voi usare l'insulto al pari di coloro che condannate proprio per questi atteggiamenti. E quale differenza ci sarebbe tra voi e coloro che tanto odiate? Non ve ne rendete conto ma siete fatti dello stesso materiale. Persino lo stampo è il medesimo.

Citazione:

Ps: chieda al Signore Giuseppe, detto Picchio, pugliese se non ricordo male. Ma dimentico sempre: lei non conosce nessuno!


Non capisco cosa dovrei chiedere a Picchio. E non capisco perchè continuate a dirmi che devo chiedere cose ad altri. Qualcuno di voi è siciliano e dovrebbe sapere, più degli altri, che se vuole campare 100 anni deve sapersi fare i fatti propri. Chiedere, come voi suggerite, non è cosa che mi appartiene. Io rispondo del mio e non dell'operato degli altri.

Anche voi mi sembrate affetti da amnesia, visto che ho detto le stesse cose solo poche ore fa.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
RomaInvictaAeterna
Site Admin
Site Admin


Età: 39
Registrato: 30/11/04 13:52
Messaggi: 3235
Località: Roma

MessaggioInviato: Lun Ago 04, 2008 8:25 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Allora Martorana. La pazienza umana ha un limite e la mia l'ho persa da un pezzo.

Visto che non la finisce di inzuppare il pane in ogni virgola, azione o parola mia o delle persone che LEGGONO o frequentano questa associazione le darò altro da strumentalizzare: la sua estromissione! E pensi: dopo anni è la prima volta! Manco gli antifascisti dichiarati sono stati estromessi! Ma il motivo è semplice: almeno sono CHIARI!

Il tono con cui apre questo post la dice lunga e riconferma tutto! Il panegirico sulla "censura" lo fa chi viene da gruppi che non solo ci hanno censurato nelle OPINIONI, ma addirittura hanno negato la libertà di associazione quando non GESTITA direttamente da loro. Lei ovviamente non sa nulla! Ma certo, per carità! Non vedo, non sento, non parlo. E noi ci crediamo!
A prescindere se lei sappia o meno qualcosa, la situazione esiste!

E' per questo che il suo modo di fare mi disgusta. Per come strumentalizza OGNI MINIMA COSA per suo tornaconto personale e per farsi propaganda! Per quanto gande e magnanimo è lei, che perde tempo con dei testardi come noi, che rifiutiamo le sue "aperture"! Le ripeto: non abbiamo bisogno delle sue "aperture"! Nè le sue nè di quelle dell'area.

Continua a speculare sui nostri "guadagni"? Guardi, replico solo per farla SMETTERE una volta per tutte. La casa editrice usa un metodo innovativo e unico: stampa libri solo se vi è domanda. Il che vuol dire che non ci sono copie pre-stampate del Libro. I costi della stampa sono circa 10 euro. Oltre a questo costo vi è la percentuale FISSA che si prende l'Editore per il servizio caricata su ogni copia stampata! A questa cifra va aggiunto il diritto di autore, che ha un MINIMO di 10 centesimi di euro ed è quello che abbiamo scelto. La cifra totale arriva ai 16 euro circa del costo del libro.
Per questo il nostro è un investimento A PERDERE, dal punto di vista economico e già abbiamo PERSO MOLTI SOLDI per acquistare DI TASCA NOSTRA l'ISBN internazionale dell'opera, il Diritto d'Autore e per fare il contratto con Lulu. Questa casa editrice riduce tutti i costi fissi e per questo punta solo sul guadagno per ogni copia. Ed è guadagno sicuro SENZA PERDITE perchè, come ripeto, non ci sono copie pre stampate o pre-distribuite.

Questo per mostrarle, come al solito, che PARLA A VANVERA senza nemmeno conoscere ciò che contesta. E dire che il sito di Lulu è leggebile da tutti!

Riguardo le "possibilità" che ci dà se le tenga per lei. Ha visto? Che bravi che siamo! Adesso potrà tornare in mezzo all' "area" e scrivere fiumi di parole o fare fior di "manifestazioni militanti" in cui ci vomiterete addosso un altro po' visto che rifiutiamo le "braccia aperte dei camerati"! Rifiutiamo queste come rifiutiamo quelle dei trinariciuti "compagni"!

Tribvnvs ha accennato alcuni nostri precedenti tentativi di LIBERTA' DI ESPRESSIONE nella c.d. "area", proprio perchè non precludiamo nulla a nessuno.
Ma questi tentativi non possono avvenire a casa dell' area! In quella "casa" non ci si può esprimere! Si DEVE farlo secondo i canoni dell'area!

Anche quando "collaborai" con Casa Pound e l'Occidentale scrissi articoli che non potevano essere scritti! Perchè la collaborazione finì al terzo articolo, che aveva di mira TUTTA LA CLASSE POLITICA italiana da destra a sinistra (radicale e moderata). Non solo non fu pubblicato, ma fui "estromesso" senza nemmeno obbedire alle regole dell'educazione! SPARIRONO e non fui più chiamato!

Chiedemmo a Casa Pound (per inciso: Fiamma Tricolore) di presentare il nostro lavoro in un pubblico dibattito APERTO A TUTTI. La risposta fu: "veramente abbiamo le nostre conferenze su Codreanu"!

Cercammo di presentare il nostro Lavoro, CON LA CLAUSOLA DELLA APERTURA A TUTTI I DIBATTITI, anche in una associazione di destra "Aquisgrana".

Il che per noi vuol dire che ci riteniamo LIBERI di esprimere i nostri studi e le nostre opinioni a prescindere se piacciono o no! Ma quando non piacciono: la porta in faccia!

L'approccio con l'area è IMPOSSIBILE perchè l'area e il suo operato NON SONO DISCUTIBILI (lo si vede da come rispondete quando le discutiamo!)! Anche quando "aprite le porte" lo fate per chiuderci dentro! O per strumentalizzare queste "aperture" come nel suo caso!

Poi c'è una cosa fondamentale, che abbiamo maturato anche dopo questi ennesimi tentativi e prevedibili esiti: NON VOGLIAMO ASSOCIARCI A PARTITI O MOVIMENTI DI DESTRA (nè tantomeno di sinistra), SOPRATTUTTO IN QUESTA VOMITEVOLE REPUBBLICA!
Vogliamo rimanere LIBERI, davvero, senza referenti e senza "amici".

Ciò che c'è da sapere lo si può anche tramite questi mezzi, e quelli ordinari della diffusione capillare nel nostro ambiente sociale.

Inoltre non siamo immobili. Ma i nostri contatti e le nostre prove non dobbiamo certo esporle a lei o ai suoi compari.

Se credete che non facciamo cose "in pubblico" o che siamo "immobili" SPARITE !
Quello che voi credete "immobilismo" è invece passione per la verità e diffusione di idee con OGNI MEZZO che possiamo usare secondo le nostre piccole possibilità!

Se avessi mezzi maggiori, mi chiamerei Storace! Ma non riuscirei a guardarmi allo specchio!

Per l'ennesima volta ci "invita" con gli insulti! Per l'ennesima volta ho tollerato. Ora basta.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"La mistica appunto precisa questi valori...nella loro attualità politica...e dimostra l'universalità di luogo e di tempo del Fascismo"(Giani)


Ultima modifica di RomaInvictaAeterna il Lun Ago 04, 2008 1:35 pm, modificato 4 volte in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
RomaInvictaAeterna
Site Admin
Site Admin


Età: 39
Registrato: 30/11/04 13:52
Messaggi: 3235
Località: Roma

MessaggioInviato: Lun Ago 04, 2008 8:34 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

... A propostio! Si legga questo articolo:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Così forse conoscerà meglio (sic!) l'ambiente di cui lei fa parte! Si faccia anche un giro fra gli articoli che abbiamo inviato a Rinascita di Gaudenzi! I sedicenti "socialisti nazionali"!

Almeno queste corrispondenze hanno il merito di tirare fuori cosa pensate davvero del fascismo: reazione e passato!

NOI NO! NOI LO CREDIAMO RIVOLUZIONE E FUTURO!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"La mistica appunto precisa questi valori...nella loro attualità politica...e dimostra l'universalità di luogo e di tempo del Fascismo"(Giani)


Ultima modifica di RomaInvictaAeterna il Lun Ago 04, 2008 9:23 am, modificato 2 volte in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
RomaInvictaAeterna
Site Admin
Site Admin


Età: 39
Registrato: 30/11/04 13:52
Messaggi: 3235
Località: Roma

MessaggioInviato: Lun Ago 04, 2008 9:22 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

....E la smetta di dire che voi siete per la scuola politica, perchè fino a ieri ci avete vomitato sopra! E lo scritto rimane! Per fortuna!
_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"La mistica appunto precisa questi valori...nella loro attualità politica...e dimostra l'universalità di luogo e di tempo del Fascismo"(Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Marcus
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN


Età: 44
Registrato: 02/04/06 11:27
Messaggi: 2598
Località: Palermo

MessaggioInviato: Lun Ago 04, 2008 11:57 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Caro Roma Invicta, ormai è palese che quanto facciamo qui sul Covo sta spiazzando ed irritando tutti i servi dell’antifascismo di ogni colore, ma questa gente, insieme all’esimio Martorana, ha fatto il suo tempo. In realtà rispondendo alle nefandezze del nostro buono, come lui stesso afferma, gli si da quella boccata di ossigeno che altrimenti non avrebbe. Lasciamolo sfogare pure, anzi avendo egli violato quasi tutte le regole del forum e del vivere civile lo si cacci, visto che lo scopo ultimo dei suoi interventi può essere solo questo. Abbiamo capito che non può fare a meno di noi, ma sul Covo non sappiamo che farcene di lui, non lo abbiamo nemmeno cercato, dunque lo si rispedisca da dove è venuto. Tutta la pantomima che ha messo in moto serve solo a fargli sfogare la sua frustrazione di ennesimo capo di un nulla di fatto, che ora si vuol far mandare via per sbandierare l’aura della vittima. Sia accontentato... tanto lo squallore dei suoi interventi rimane sotto gli occhi di tutti coloro che vorranno leggere. Di più, egli intuisce perfettamente che non ha alcuna competenza a livello storiografico ne credibilità a livello politico (in tal senso la sua ridicola condotta nell’attuale discussione aggrava ulteriormente la sua posizione, già risibile, di generale senza truppe), per di più l’ennesima buffonata organizzata alla quale vorrebbe presenziassimo riceverebbe un minimo di credito solo se qualcuno di noi vi partecipasse. No esimio Martorana, ci si confronta con la gente civile e trasparente che ha proposte ed idee da esporre, anche se proveniente da scuole di pensiero differenti dalla propria, ma lei non possiede né l’uno né l’altro requisito. Lei a parer nostro vale esattamente quanto ciò che ha scritto fino ad ora: NULLA!
_________________
" Forse che non conoscendo a fondo il pensiero del Duce si può affermare di essere fascisti? Noi diciamo di no! Che il fascismo non è istinto ma educazione e perciò è conoscenza della sua mistica,che è conoscenza di Mussolini" (N. Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
RomaInvictaAeterna
Site Admin
Site Admin


Età: 39
Registrato: 30/11/04 13:52
Messaggi: 3235
Località: Roma

MessaggioInviato: Lun Ago 04, 2008 1:51 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Tenuti presenti i reiterati richiami al rispetto e all'educazione, sempre disattesi; tenute presenti le discussioni in cui non è stato rispettato il tema (quello in oggetto e quello del forum) ed in cui compaiono reiterati e diretti insulti e volgarità nei confronti di utenti e amministratori; tenute presenti le ripetute richieste di moderazione;

Secondo gli articoli 6, 7 e 8 del Regolamento (
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
) del presente Forum di discussione, con la violazione sistematica degli articoli 10 ed 11,l'utente "ilfascista" subirà il provvedimento di estromissione.

E ora..via alle sue speculazioni

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"La mistica appunto precisa questi valori...nella loro attualità politica...e dimostra l'universalità di luogo e di tempo del Fascismo"(Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Edicola Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Associazione Culturale Apartitica- 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2006