Indice del forum

Associazione Culturale Apartitica-"IlCovo"
Studio Del Fascismo Mussoliniano
Menu
Indice del forumHome
FAQFAQ
Lista degli utentiLista degli utenti
Gruppi utentiGruppi utenti
CalendarioCalendario
RegistratiRegistrati
Pannello UtentePannello Utente
LoginLogin

Quick Search

Advanced Search

Links
Biblioteca Fascista del Covo
Canale YouTube del Covo
IlCovo su Twitter

Who's Online
[ Amministratore ]
[ Moderatore ]

Utenti registrati: Nessuno

Google Search
Google

http://www.phpbb.com http://www.phpbb.com
ATTENZIONE! ESM o MSE il mostro partorito dalla plutocrazia!
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
 
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Le Inchieste de IlCovo
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
RomaInvictaAeterna
Site Admin
Site Admin


Età: 39
Registrato: 30/11/04 13:52
Messaggi: 3235
Località: Roma

MessaggioInviato: Mar Mar 06, 2012 9:57 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ecco cosa "vuole" il cosiddeetto "popolo"...

Voglia di un partito dei tecnici boom di consensi e più gente al voto

Secondo la rilevazione di Ipr Marketing per Repubblica.it la nuova aggregazione affiancherebbe il Pd al 22%, rubando voti a Bersani, al Pdl, al Terzo Polo e anche a Di Pietro. In crescita anche la gente che andrebbe a votare

di MATTEO TONELLI

ROMA -Auspicio, timore o illusione che sia, la suggestione che da un governo tecnico si passi ad un partito dei tecnici è sul tavolo della politica. Non a caso oltre per le cose fatte oggi, di Monti e di alcuni suoi ministri, si parla per quello che potrebbero fare domani. Ovvero dopo il 2013, a legislatura ultimata. Monti, però, è stato chiaro: "La mia esperienza politica finirà allora". Una chiusura che non ha impedito che le voci intorno ad un ipotetico attivismo politicio di alcuni suoi ministri, Passera e Riccardi in primis, si siano rincorse. E puntualmente smentite dai diretti interessati. Adesso, un sondaggio realizzato da Ipr Marketin per Repubblica.it, fotografa il grande successo che avrebbe un cosidetto "partito dei tecnici". Una simile aggregazione, infatti, raccoglierebbe il 22 per cento dei consensi. Provocando un vero e proprio terremoto elettorale. A farne le spese sarebbe i due maggiori partiti italiani che sostengono l'esecutivo Monti: Pd e Pdl.

Il partito di Bersani, che attualmente i sondaggi danno saldamente in testa ai consensi, vedrebbe un calo del 6% e dovrebbe dividere la prima piazza proprio con il "partito dei tecnici". Vanno male le cose anche per il Pdl,m che perderebbe 5 punti e arriverebbe al 17%. Segno meno anche per il Terzo Polo. L'Udc scenderebbe dall'8 al 4%, Fli dal3,5% al 2%, l'Api praticamente sparirebbe. Ma il segno meno riguarderebbe praticamente tutti. Anche chi, come l'Idv, di questo governo è oppositore. Di Pietro e i suoi, infatti, si ritroverebbero dal 7 al 5%, mentre Sel di Nichi Vendola resterebbe saldamente ancorea al 7%.

L'altro aspetto che colpisce riguarda la mobilitazione elettorale. In tempi di sfiducia verso i partiti e di disaffezione elettorale, il semplice ingresso sulla scena dei tecnici avrebbe l'effeto di riportare al voto tanta gente: stando al sondaggio, infatti, gli indecisi e coloro i quali dichiarano di non votare passerebbero dal 47 al 33%.

Fino a qui i dati. Ben più complicata è l'analisi politica di un fenomeno di cui si fa fatica a scorgere i confini. Anzitutto perché un partito "tecnico" che si presenta alle elezioni diventa immediatamente politico. Con, vista la disaffezione verso i partiti, immediate ricadute di appeal sul grado di consenso. Poi perché un agire "tecnico" appare funzionale in un momento di emergenza come quello attuale, con i partiti piazzati quasi ai margini. Una condizione che appare improbabile possa realizzarsi in condizioni di "normalità" politica ed economica. E allora chissà che non accada che qualche singolo "tecnico" tenti l'avventura politica.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


SONO DISGUSTATO!!!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"La mistica appunto precisa questi valori...nella loro attualità politica...e dimostra l'universalità di luogo e di tempo del Fascismo"(Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Maurizio83
Cittadino Fascista
Cittadino Fascista


Età: 35
Registrato: 21/09/10 18:30
Messaggi: 315
Località: Milano

MessaggioInviato: Mar Mar 06, 2012 12:43 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Dire di esser disgustati è dire poco...il progetto NWO va avanti senza intoppi...nemmeno i suoi interpreti a parer mio si sarebbero aspettati un consenso così in crescita da parte delle pecore italiote...che vergogna ragazzi!
_________________
"O si riesce a dare una unità alla politica e alla vita europea o l'asse della storia mondiale si sposterà definitivamente oltre Atlantico e l'Europa non avrà che una parte secondaria nella storia umana! B. Mussolini
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Marcus
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN


Età: 44
Registrato: 02/04/06 11:27
Messaggi: 2598
Località: Palermo

MessaggioInviato: Mar Mar 06, 2012 1:16 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

...ma non dovete sorprendervi della cosa, la gigantesca macchina propagandistica plutocratica è totalmente dispiegata al fine di far accettare i suoi progetti criminali alle masse (Repubblica come tutti i giornali e le televisioni, è parte integrante del sistema). Noi Fascisti non dobbiamo mai scordare la lezione che proprio NOI a mezzo di Uomini come Angelo O. Olivetti o Roberto Michels abbiamo per primi compreso ed attuato. La massa va guidata, e solo una minoranza rivoluzionaria preparata e motivata può fare ciò...rileggete con attenzione questo sintesi ineccepibile del prof. Gregor
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
" Forse che non conoscendo a fondo il pensiero del Duce si può affermare di essere fascisti? Noi diciamo di no! Che il fascismo non è istinto ma educazione e perciò è conoscenza della sua mistica,che è conoscenza di Mussolini" (N. Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Safra




Registrato: 02/09/11 07:55
Messaggi: 570
Località: Venezia

MessaggioInviato: Gio Mar 29, 2012 1:33 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

RomaInvicta ha scritto:

La possibilità di un cambiamento reale sta solo nella misura in cui le Coscienze capiranno la gravità della situazione. E' per questo che bisogna lavorare alacremente...


A tal proposito volevo rendervi partecipi di queste perle di saggezza trovate oggi su twitter....

Noi accettiamo #Monti solo perchè alternativa al fallimento causato da partiti incapaci. Normalità Stato moderno senza #casta e senza Monti

oppure questa che e' spettacolare....

Un paese in cui la gente si suicida per le #tasse ha problemi più gravi del debito pubblico.

fanno cadere le braccia veramente.....ma possibile che la gente ancora non ha capito nulla??

In Spagna invece si fanno "sentire"... anche se come al solito manifestano contro i mulini al vento! Sciopero utile alla solita propaganda politica....

La Spagna si ferma contro la riforma del lavoro di Rajoy

MADRID - La Spagna si ferma per uno sciopero generale di 24 ore, l'ottavo dalla fine del franchismo, proclamato dai sindacati contro la riforma del lavoro - che rende piu' facili e meno costosi per le imprese i licenziamenti - varata il mese scorso dal governo di centrodestra del premier Mariano Rajoy e contro i tagli antideficit alla spesa sociale.

[...]

Lo sciopero generale e' appoggiato dal principale partito di opposizione, il Psoe di Alfredo Rubalcaba, e dai partiti della sinistra spagnola
[...]

E' la prima grande prova di forza sul fronte sociale per il governo di Rajoy, formato 97 giorni fa, a fine dicembre e interviene alla vigilia dell'adozione domani in consiglio dei ministri della nuova manovra da quasi 20 miliardi di euro - la seconda dopo quella da 15 miliardi varata gia' il 30 dicembre - annunciata dal governo per rispettare l'impegno preso con Bruxelles di ridurre dall'8,5% del 2011 al 5,3% a fine anno il deficit pubblico.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________

"Ho tolto la libertà. Si, ho tolto quel veleno che i popoli poveri ingoiano stupidamente con entusiasmo. Ho fatto versare il sangue del mio popolo. Sì, ogni conquista ha il suo prezzo." Mussolini si confessa alle stelle.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
RomaInvictaAeterna
Site Admin
Site Admin


Età: 39
Registrato: 30/11/04 13:52
Messaggi: 3235
Località: Roma

MessaggioInviato: Ven Mar 30, 2012 11:04 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:

Lo sciopero generale e' appoggiato dal principale partito di opposizione, il Psoe di Alfredo Rubalcaba, e dai partiti della sinistra spagnola



Eheheheh... Mi vien da ridere. Anche perchè i cosiddetti "socialisti" di Governo, a suo tempo e come in ogni "democrazia" che si rispetti, hanno obbedito e obbediranno alla Plutocrazia internazionale. Esattamente come sta facendo QUESTO governo spagnolo...

Il popolo a volte ha SPINTE positive... Ma le frustra facendosi ancora USARE, non capendo ancora cosa siano I PARTITI, quale MOSTRO siano..

E soprattutto DIVIDENDOSI! E' con la DIVISIONE, che la plutocrazia riesce a perpetuarsi! Mostrando come "nemici" gli stessi componenti dello STESSO popolo... Costruendo divisioni FASULLE, perchè fondate sulla RETORICA VUOTA... Questa è la più grande vittoria della plutocrazia internazionale... Che prospererà finchè la Coscienze non si sveglieranno convogliando la "rabbia" nella razionalità della COSTRUZIONE di un futuro dove la compagine sociale SIA UNITA E MARCI COMPATTA CONTRO I PROPRI NEMICI...

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"La mistica appunto precisa questi valori...nella loro attualità politica...e dimostra l'universalità di luogo e di tempo del Fascismo"(Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Safra




Registrato: 02/09/11 07:55
Messaggi: 570
Località: Venezia

MessaggioInviato: Mer Apr 04, 2012 10:48 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:
Le nuove regole dettate dall'UE per aumentare le tasse obbligatorie, per un pareggio ed un surplus di bilancio saranno inserite direttamente nella nostra Costituzione!!!

..ma tutto questo ormai si sa' da tempo....a marzo lo ratificheranno..e sara' finita!


Ed eccoci, puntuali all'appuntamento...

Oggi al Senato e' stata spostata all'11 Aprile la "discussione" in Aula sul disegno di legge 3047-B in materia di introduzione del principio del pareggio di bilancio nella Carta costituzionale (seconda deliberazione del Senato).

Troverete qui il disegno di legge costituzionale gia' approvato in prima deliberazione dalla camera dei deputati e dal senato e in seconda deliberazione dalla camera dei deputati e che modifica l'articolo 81-97-117-119 della costituzione

Vi invito a leggerlo, sono veramente poche pagine...

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________

"Ho tolto la libertà. Si, ho tolto quel veleno che i popoli poveri ingoiano stupidamente con entusiasmo. Ho fatto versare il sangue del mio popolo. Sì, ogni conquista ha il suo prezzo." Mussolini si confessa alle stelle.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Safra




Registrato: 02/09/11 07:55
Messaggi: 570
Località: Venezia

MessaggioInviato: Gio Apr 12, 2012 7:33 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

L'Italia, ma anche la Francia, il Belgio, la Grecia, l'Olanda, il Portogallo e la Spagna, presentano per il 2012 un fabbisogno di rifinanziamento pubblico "particolarmente rilevante" e superiore al 20% del Pil. Lo rileva la Bce valutando le vulnerabilità "a un clima di fiducia negativo e a effetti di propagazione avversi".
Nel bollettino la Bce avverte che "molti Paesi dell'area euro sottoposti a tensioni di bilancio avranno bisogno di conseguire e mantenere a lungo avanzi primari pari, o superiori, al 4% del Pil". Inoltre - scrive l'Eurotower - "dovranno essere rigorosamente rispettati gli accordi raggiunti in seguito alle riunioni del Consiglio europeo" che prevedono l'istituzione del patto di bilancio, o 'fiscal compact', e di un freno al debito. A livello nazionale, secondo la Bce i Paesi devono "onorare appieno gli impegni assunti nel quadro del Patto di stabilità e affrontare con determinazione i punti di debolezza in termini di competitività".


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Mantenere a lungo avanzi primari PARI O SUPERIORI al 4% del Pil , gia' e' quasi impossibile arrivare al pareggio figuriamoci superarlo...della serie "abituatevi a tirare la cinghia perche' siamo solo all'inizio"....figuratevi che stavano pensando di tassare persino gli sms!! non sanno piu' da dove prendere i soldi Laughing

_________________

"Ho tolto la libertà. Si, ho tolto quel veleno che i popoli poveri ingoiano stupidamente con entusiasmo. Ho fatto versare il sangue del mio popolo. Sì, ogni conquista ha il suo prezzo." Mussolini si confessa alle stelle.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Legionarivs




Registrato: 09/07/11 01:34
Messaggi: 162

MessaggioInviato: Gio Apr 12, 2012 8:40 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Safra ha scritto:
A livello nazionale, secondo la Bce i Paesi devono "onorare appieno gli impegni assunti nel quadro del Patto di stabilità e affrontare con determinazione i punti di debolezza in termini di competitività".

Patto di stabilità fatto da loro e per loro soltanto.

_________________
"Il Fascista... comprende la vita come dovere, elevazione, conquista; la vita deve essere alta e piena: vissuta per se, ma soprattutto per gli altri vicini e lontani, presenti e futuri." Mussolini, La Dottrina del Fascismo
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Maurizio83
Cittadino Fascista
Cittadino Fascista


Età: 35
Registrato: 21/09/10 18:30
Messaggi: 315
Località: Milano

MessaggioInviato: Gio Apr 12, 2012 10:30 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Siamo solo all'inizio della fine....quello che stiamo vivendo è solo l'antipasto di ciò che ci faranno passare...
_________________
"O si riesce a dare una unità alla politica e alla vita europea o l'asse della storia mondiale si sposterà definitivamente oltre Atlantico e l'Europa non avrà che una parte secondaria nella storia umana! B. Mussolini
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Safra




Registrato: 02/09/11 07:55
Messaggi: 570
Località: Venezia

MessaggioInviato: Dom Apr 15, 2012 3:57 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Vi riporto uno stralcio significativo del resoconto della seduta del 11/04/2012 sull'introduzione del pareggio di bilancio in costituzione :

Non sono mancate obiezioni alle modifiche costituzionali, alcune di carattere tecnico circa la complessità della materia e la difficoltà di tradurla in una efficace norma costituzionale o l'inutilità di farlo (obiezioni in gran parte superate con le modifiche introdotte nell'esame parlamentare), altre di carattere politico riguardanti soprattutto due aspetti: la cessione di sovranità e l'asserita rinuncia alla possibilità di attuazione di politiche di bilancio keynesiane.

Sul primo punto non mi sembra che ci si debba molto soffermare: si tratta di dare attuazione ad impegni già presi. Al di là degli aspetti giuridici, ciò che rileva è la risposta che come Paese vogliamo dare all'enorme cambiamento dei rapporti di forza geopolitici. Le stime ci dicono che entro il 2040, nell'arco di una generazione, se si riunisse un vertice G7 i Paesi partecipanti sarebbero i seguenti: Cina, Usa, India, Giappone, Russia, Brasile e Messico; nessun Paese della vecchia Europa. Ma se nel frattempo l'Europa fosse divenuta un autentico Stato federale comparirebbe a pieno titolo in cima alla graduatoria. Dunque non si tratta tanto di cessione di sovranità a un livello superiore ed estraneo: quella sovranità, semplicemente, non ha più l'efficacia che abbiamo conosciuto. Invece si tratta di mettere una nuova sovranità a disposizione di noi stessi, in parità e cooperazione con gli altri partner comunitari, per costruire sul serio un'Europa pienamente politica in grado di essere attore globale. Per farlo, in Europa occorre esserci, ed esserci a pieno titolo con una rinnovata credibilità, per contribuirne a disegnare la nuova architettura, per fare i passi in avanti necessari quali: potenziamento delle istituzioni in una visione comunitaria più che intergovernativa, aumento della qualità democratica delle istituzioni, ampliamento della capacità di intervento della Banca europea

[....]

E del resto, anche sul punto specifico della gestione del bilancio, la modifica dell'articolo 81 non è che un primo passo. Ci attendono ulteriori passaggi altrettanto impegnativi, a partire dalle norme attuative, che saranno decisive per il buon funzionamento del sistema complesso delineato, a livello interno, dalle norme costituzionali per la finanza statale e quella decentrata, dalle norme di contabilità e dalle regole del Patto di stabilità interno e, a livello comunitario, dal semestre europeo, e da ultimo con il fiscal compact.

[....]

Le norme che approviamo prevedono l'istituzione di «un organismo indipendente al quale attribuire compiti di analisi e verifica degli andamenti di finanza pubblica e dell'osservanza delle regole di bilancio» sul modello del CBO statunitense. Richiesta da tempo avanzata in sede parlamentare, prevista, sia pure in forma soft, nella vigente legge di contabilità e ora trasformata in norma positiva da tradurre finalmente in realtà.

Infine, occorre dare piena attuazione al processo di spending review, implementandone con efficacia tutte le potenzialità: non solo ai fini di una riduzione della spesa in valore assoluto, ma anche di una più corretta individuazione delle priorità, dell'efficienza degli interventi pubblici e della eliminazione delle sacche di improduttività, perciò con l'obiettivo del pieno dispiegamento della leva del bilancio pubblico come fattore positivo di sviluppo.


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________

"Ho tolto la libertà. Si, ho tolto quel veleno che i popoli poveri ingoiano stupidamente con entusiasmo. Ho fatto versare il sangue del mio popolo. Sì, ogni conquista ha il suo prezzo." Mussolini si confessa alle stelle.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Marcus
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN


Età: 44
Registrato: 02/04/06 11:27
Messaggi: 2598
Località: Palermo

MessaggioInviato: Mar Mag 01, 2012 11:41 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

...e nella repubblica delle banane pseudo-italiana, intanto, che si fa contro l'approvazione in parlatoio del pacchetto leggi per il varo dell'ESM?
Bene, Lidia Undiemi dopo aver promosso la sensibilizzazione di massa su tale tema, finalmente si é accorta che il suo partito,l' IDV capeggiato da DiPietro, remava contro il suo operato (ma va!) ed ha deciso di dimettersi ! ... Ci voleva tanto, diremmo noi, a capire che un qualunque partito pseudo-italiano non potrà mai che servire la plutocrazia affarista internazionale?...beata innocenza, comunque meglio terdi che mai!
Riguardo la malafede di Orlando, mi sa che la Undiemi avrà bisogno di un successivo ulteriore brusco risveglio!


Di Pietro e Orlando, confessate ai cittadini il vostro appoggio al “governo della finanza”. Mi dimetto dai miei incarichi in IDV.

By
Lidia Undiemi
– 2 aprile 2012Posted in: In Italia dei Valori


Raccontate la verità, gli italiani hanno il diritto di sapere che Italia dei Valori sta appoggiando, soprattutto con il proprio silenzio, la proposta del governo Monti di trasferire 125 miliardi di euro (minimo) ad una organizzazione finanziaria intergovernativa, l’ESM, ambiguamente definita “fondo salva-stati”, che, fra immunità, esenzioni, condoni ed altri privilegi, si propone di concedere finanziamenti agli stati in difficoltà in cambio della possibilità di potere imporre “rigorose condizionalità” da far gravare sulle spalle del popolo.
Sapete benissimo che la ratifica del trattato ESM (non ancora in vigore) comporterà l’incremento delle politiche di austerity, ossia l’imposizione di ulteriori interventi “lacrime e sangue” che colpiranno soprattutto le fasce più deboli e che metteranno in crisi anche coloro che ancora oggi riescono ad arrivare a fine mese.
Un obiettivo politico che ovviamente travolgerà anche la vita dei vostri elettori, compresi quelli della sua amata Palermo, prof. Orlando.
L’IMU? L’art. 18? E’ solo l’inizio.
Per comprendere la pericolosità di tale scelta, basta semplicemente osservare ciò che è accaduto in Grecia. La Troika ha concesso i piani di salvataggio in cambio di una serie di richieste che per Atene si sono tradotti in cessione di sovranità. Si pensi alle condizioni imposte in materia di tagli alla spesa, ai dipendenti pubblici e alle pensioni. In tal senso, la politica nazionale diventa oggetto di contrattazione finanziaria.
Appoggiare questa idea di politica europea del governo Monti significa essere contro i lavoratori, gli imprenditori, i giovani, le donne, i bambini e gli anziani.
Che senso ha “strapparsi i capelli” pubblicamente per dimostrare di essere contrari alla corruzione politica, al potere delle banche, alla riduzione dei diritti dei lavoratori e all’aumento delle tasse e, contemporaneamente, sostenere la creazione di una struttura sovranazionale che pretende di gestire le risorse dei cittadini godendo di immunità di giurisdizione ed altri benefici “di casta”. Tutto ciò agendo fuori dai canali democratici con lo scopo di lucrare sul debito pubblico imponendo ulteriori sacrifici agli italiani.
Chi si avvantaggerà dell’entrata in vigore dell’ESM? I poteri finanziari, in primis le banche.
Lo Stato in difficoltà potrà usufruire dei piani di finanziamento concessi dal “fondo salva-stati“ soltanto se, oltre a cedere pezzi di sovranità riguardanti scelte di politica interna, si impegnerà a pagare un tasso di interesse il cui limite non è stato nemmeno definito nel trattato, e intanto le banche hanno ottenuto un trilione di euro dalla BCE all’1%. Poiché l’organizzazione intergovernativa si riserva la possibilità di attingere al mercato finanziario per potere a sua volta erogare il prestito allo Stato, chi garantisce che non saranno le stesse banche (con un guadagno “politico” netto di almeno il 3%), o addirittura la criminalità organizzata a lucrare, mediante i finanziamenti dell’ESM, sul debito pubblico e ad incidere sulle decisioni politiche della nazione debitrice?
E’ questa la vostra visione di cambiamento, di uguaglianza e di democrazia?
Perché IDV non ha sollevato tali questioni nelle sedi istituzionali competenti, considerato che il trattato è disponibile almeno dal mese di marzo del 2011? Il parlamento europeo si è già espresso a favore dell’ESM con 494 voti, non credo sia necessario aggiungere altro. Quello nazionale, invece, deve ancora decidere, ed è per tale ragione che, fra mille sacrifici, ho lavorato tantissimo per realizzare una mozione parlamentare che toccasse l’argomento. La richiesta è partita proprio da lei, prof. Orlando, e l’ho accolta con grande entusiasmo, anche perché è stata frutto di una lunga conversazione sulla politica internazionale. Fidandomi del suo atteggiamento propositivo ho elaborato la bozza finale, che sostanzialmente richiama il contenuto del dossier che ho successivamente realizzato per informare la gente. Da questo momento in poi il nostro dialogo si è praticamente interrotto e, qualche giorno dopo, il partito si è espresso sul fondo “salva-stati” con le mozioni di fine gennaio dove è stato omesso il contenuto del trattato ESM ampiamente argomentato nella mia proposta.
Ho scritto anche a lei, on. Di Pietro, chiedendole di sostenere questa battaglia, ma non ho ricevuto nemmeno una risposta, e non è la prima volta.
Tantissime altre persone di IDV conoscono la vicenda, anche perché, per fortuna, cittadini, associazioni, movimenti e mezzi di informazione hanno appoggiato la battaglia, comprendendola e condividendola.
Ho ricevuto da questo partito due incarichi (responsabile nazionale di una sezione del dipartimento Lavoro e responsabile regionale del dipartimento Lavoro Sicilia) che ho portato avanti gratuitamente e con grandi sforzi per circa due anni, seguendo importanti vertenze sul territorio nazionale.
Ho lavorato tanto, ma l’impegno non è stato ricambiato, e non mi interessa esporre in questo momento altre questioni, valide ma meno importanti dell’ESM.
Non meritavo un simile trattamento, e non lo meritano nemmeno i cittadini.
Lei, prof. Orlando, mi ha delusa più di tutti, perché possiede lo spessore culturale e politico per poter affrontare battaglie grandi come questa. Nonostante ciò, non penso che lei abbia agito in malafede, ma questo non giustifica la sua indifferenza, che abbinata alle sue capacità si trasforma in una colpa imperdonabile.
Ogni tanto penso a Scilipoti, e mi chiedo quali straordinarie capacità possieda quest’uomo per aver meritato di diventare parlamentare con IDV.
Mi auguro che vi fermiate a riflettere, da soli, sul fatto che qui c’è in gioco la vita di intere generazioni, compresi i vostri familiari.
Talvolta vi osservo, e vedo degli uomini talmente affannati a vincere le elezioni da perdere di vista se stessi e il vero significato della politica.
Mi dimetto.

Lidia Undiemi

 

...dal video traspare quanto "Che ci'azzecc" non sappia nemmeno cosa sia l'ESM o voglia evitare il discorso! E questi tizi rappresentano la cosiddetta opposizione! ....immagginatevi la "maggioranza".

 

...SVEGLIATEVI! ....E' TUTTA UNA PANTOMIMA, DA DESTRA A SINISTRA SONO TUTTI COLLUSI COL SISTEMA PLUTOCRATICO!

_________________
" Forse che non conoscendo a fondo il pensiero del Duce si può affermare di essere fascisti? Noi diciamo di no! Che il fascismo non è istinto ma educazione e perciò è conoscenza della sua mistica,che è conoscenza di Mussolini" (N. Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Marcus
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN


Età: 44
Registrato: 02/04/06 11:27
Messaggi: 2598
Località: Palermo

MessaggioInviato: Mer Giu 06, 2012 4:54 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

...e mentre le emergenze per i cittadini sono all'ordine del giorno, ma i governi pseudo-italiano ed europlutocrate afferrmano che soldi per i cittadini buoi non se ne possono spendere, indovinate un po a chi vengono destinati gli aiuti? ...ed indovinate quali modalità politiche si intendono perseguire per migliorare sempre più la possibilità che questi aiuti arrivino dove gli europlutocrati vogliono destinarli senza sentire lamentele?


BRUXELLES, OK A DIRETTIVA SALVABANCHE

ANSA 06 giugno, 16:41

- La Commissione europea ha approvato oggi la proposta di direttiva che stabilisce un nuovo quadro normativo per fare fronte alla crisi degli istituti di credito. Lo ha detto il commissario Ue al Mercato interno, Michel Barnier. "Oggi non è possibile ricapitalizzare le banche spagnole con l'aiuto diretto del meccanismo europeo" Efsf: lo ha detto il commissario Ue al Mercato interno, Michel Barnier, aggiungendo che "questa è una possibilità che deve essere presa in considerazione seriamente in futuro. Oggi non è possibile". Tra il 2008 e il 2011 gli Stati Europei hanno speso, in aiuti di stato per le banche in crisi, 4.500 miliardi di euro. Lo ha detto il commissario Ue per il mercato unico, Michel Barnier, sottolineando le parole del presidente, Jose Barroso, secondo il quale la direttiva salva banche è "un passo fondamentale verso l'unione bancaria"

 

...L'ESM OGNI GIORNO DI PIU', NEL SILENZIO PIU' ASSOLUTO DEI MEDIA PREZZOLATI DI REGIME, DIVENTA UNA REALTA' CONCRETA.

_________________
" Forse che non conoscendo a fondo il pensiero del Duce si può affermare di essere fascisti? Noi diciamo di no! Che il fascismo non è istinto ma educazione e perciò è conoscenza della sua mistica,che è conoscenza di Mussolini" (N. Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Marcus
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN


Età: 44
Registrato: 02/04/06 11:27
Messaggi: 2598
Località: Palermo

MessaggioInviato: Mer Giu 13, 2012 12:18 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

...ricevo e volentieri vi inoltro!

L'ITALIA VITTIMA DI UN COMPLOTTO E LE PROVE CHE MONTI E' COMPLICE

Le associazioni massoniche: il trait d'union tra le lobby dell'alta finanza che gestiscono le multinazionali - che hanno in mano l'economia globale - ed i governi del mondo. La rete del potere mondiale. Chi è Mario Monti e a quali poteri risponde. Il golpe italiano, chi c'è dietro e quali sono i loro obiettivi.


Che il nominato premier Mario Monti sia parte integrante dei gruppi di potere che cercano di controllare - o forse, che controllano - il mondo, lo sappiamo bene. Fa parte dell'Aspen Institute, ha preso parte a diverse riunioni del gruppo Bilderberg, e ha ricoperto addirittura il ruolo di "Presidente europeo" della Commissione Trilaterale, estensione del super magnate Rockfeller, braccio destro della potentissima famiglia Rothschild, che ha in mano quasi tutte le banche centrali del mondo.

Monti ha ricoperto importanti incarichi (è stato advisor) per la superbanca d'affari USA Goldman Sachs, definita "il miglior posto per produrre denaro che il capitalismo globale sia mai riuscito a immaginare" con una capacità d'investimento di 12.000 miliardi di euro all'anno (il debito pubblico che sta mettendo in ginocchio l'Italia ammonta a poco meno di 2.000 mld di euro) e un valore di oltre un trilione, ovvero un miliardo di miliardi. (1.000.000.000.000.000.000) una banca Goldman Sachs, responsabile di aver mandato sul lastrico svariate decine - se non centinaia - di migliaia di famiglie americane e di altre parti del mondo, in particolare nei paesi poveri che più si prestano alle speculazioni, visto che pur di ingrassare il proprio business, i dirigenti Goldman Sachs non si fanno alcuna remora a speculare sulle carestie, derrate alimentari, sulla povertà della povera gente. Generare profitto: si occupano di questo, all'interno della "super banca", ben 30.000 dipendenti che percepiscono una media di 700.000 dollari all'anno, che grazie ai "premi" riconosciuti a chi è stato particolarmente produttivo possono superare - anche di molto - il milione di dollari. I dirigenti di spicco, ovviamente prendono molto di più, anche oltre 10 volte tanto.

Oltre a Goldman Sachs ci sono altre banche molto influenti, legate anch'esse alle associazioni massoniche sopracitate, una di queste è Morgan Stanley, dove - guardacaso - lavora "Monti jr", il figlio di Mario Monti, alla quale il Ministero del Tesoro italiano a Gennaio 2012 ha elargito in gran silenzio, 2 miliardi e 567 milioni di euro per un affare (per la banca, non per il governo) di "derivati". Soldi che il governo - visto i tempi difficili, almeno per i cittadini - avrebbe potuto rimborsare in comode rate, e magari girare una parte agli imprenditori italiani che hanno fornito merci e servizi allo stato, a cui l'erario deve un totale di 70 miliardi di euro. Un'altra banca d'affari molto influente è JP Morgan.

Le associazioni di stampo massonico citate sopra (Aspen Institute, ma ancor di più gruppo Bilderberg, Commissione Trilaterale ma anche altre: club di Roma, il CFR) e le lobby dell'alta finanza, le "super banche" d'affari (Goldman Sachs, Morgan Stanley, JP Morgan) sono legate a doppio filo, in quanto gli uomini che ne fanno parte sono gli stessi: i dirigenti di punta delle lobby dell'alta finanza e i loro uomini di fiducia (uno di questi, evidentemente, Mario Monti) sono tutti membri delle associazioni massoniche, nel cui ambito interagiscono con i politici più importanti, e quindi i governi del mondo. Da molti anni a questa parte tutti i presidenti degli Stati Uniti che si sono avvicendati sono stati - tutti - membri del Bilderberg, o legati a doppio filo ad esso, così come gli uomini di Goldman Sachs (ufficialmente "ex") ricoprono ruoli chiave all'interno del governo americano, come il Ministero delle finanze.


Queste banche d'affari, vere e proprie lobby dell'alta finanza, sono proprietarie/azioniste legate a doppio filo alle 147 multinazionali che controllano, condizionano e gestiscono a loro uso e consumo l'economia globale: hanno in mano i mezzi d'informazione più autorevoli, mediante i quali "costruiscono" l'immagine dei politici che i cittadini di tutto il mondo eleggeranno. Laddove sorgano organi di informazione di cui non sono direttamente proprietari, possono sempre "addomesticarli" mediante cospicui contratti pubblicitari. Il vero editore dei giornali infatti sono le agenzie pubblicitarie, che consentono a un determinato organo di ricevere ottimi introiti ed espandersi, ma possono affondarlo se decidono di boicottarlo in quanto contrasta i loro interessi. Le grandi campagne pubblicitarie non vengono gestite direttamente dalle aziende: queste si affidano ad agenzie, che stabiliscono come e dove investire: e la maggior parte - in termini di valore economico - dei contratti pubblicitari è gestito da poche agenzie, riconducibili in un modo o nell'altro, alle associazioni di stampo massonico e/o alle lobby dell'alta finanza sopracitate.

Nel panorama dell'alta finanza, dei mercati finanziari, dell'economia delle nazioni, dell'industria e del commercio, rivestono un ruolo importantissimo, fondamentale le agenzie di rating, deputate a stabilire, mediante una classificazione definita "rating" quanto siano "affidabili" governi e imprese. Le agenzie di rating principali sono tre, soprannominate "le tre sorelle" Standard & Poor's, Moody's e Fitch Ratings. Quando le agenzie di rating "declassano" una nazione, (o un'impresa) questa viene ritenuta meno affidabile; investire su di essa (cioè concedere credito a una determinata nazione, mediante titoli obbligazionari, o ad un'impresa) viene considerato più rischioso, pertanto aumentano i tassi di interesse che questa deve corrispondere. Questo è un potere immenso, in quanto un abbassamento eccessivo del rating può significare tassi di interessi talmente elevati da determinare la bancarotta, sia per le imprese che per le nazioni, che sono costrette ad aumentare la pressione fiscale per pagare gli interessi necessari per avere liquidità.


Da notare come le agenzie di rating siano aziende private, e guarda caso legate a doppio filo alle lobby dell'alta finanza che le gestiscono a proprio uso e consumo, visto che in molti caso hanno favorito (inconsapevolmente?) alcune società, attribuendo loro un rating positivo anche in assenza dei presupposti per farlo: è il caso della Lehman brothers, che poco prima di dichiarare bancarotta era ritenuta assolutamente affidabile (classificata A2) fattore che ha spinto numerosi investitori a investire forti somme, mentre in altri casi, alcune società (e nazioni) hanno ricevuto un rating eccessivamente penalizzante, mettendole in difficoltà poiché per avere "accesso al credito" erano costrette a corrispondere tassi di interesse elevatissimi. Per maggiori informazioni, leggi "agenzie di rating, ecco chi controlla le tre sorelle"

Ora viene il "bello"... La procura ha accertato che una di queste agenzie di rating, Moody's, remava contro l'Italia. E guarda caso, MONTI ERA UN COLLABORATORE DI MOODY'S, prima di essere NOMINATO premier!


Vedi articolo: L'agenzia di rating “Standard & Poor’s" mirava a destabilizzare l’Italia La procura chiude le indagini sull'agenzia di rating. Cinque le persone coinvolte con l'accusa di manipolazione di mercato continuata e pluriaggravata. "Fornivano intenzionalmente ai mercati un’informazione falsa in merito all’affidabilità creditizia italiana, in modo da disincentivare l’acquisto di Btp e deprezzarne il valore” Leggi tutto

Ricapitolando:

Monti è legato a praticamente tutte le associazioni di stampo massonico e alle principali lobby dell'alta finanza, che controllano anche le agenzie di rating.
Le agenzie di rating hanno manovrato CONTRO l'Italia, fornendo informazioni FALSE ai mercati sulla nostra attendibilità.
Monti lavorava ANCHE per una delle più importanti agenzie di rating, Moody's.
Grazie alla manipolazione delle agenzie di rating lo spread è salito a livelli vertiginosi = tassi elevatissimi per avere liquidità = tasse e aumento debito pubblico - e la situazione che tutti conosciamo.
Per "risolvere" i problemi che hanno deliberatamente provocato, hanno imposto la nomina di Monti, che lavorava per l'agenzie di rating che ci hanno penalizzato (lavorava anche per i poteri dell'alta finanza che controllano le agenzie di rating)

E tutt'oggi l'Italia è costretta a pagare interessi altissimi (lo spread) per avere liquidità, un vero e proprio COMPLOTTO ordito a danno dell'Italia, che ha affidato il governo a un collaboratore della stessa agenzia di rating che stava remando contro di lei!


Le conclusioni:
Questa lunga - necessaria - premessa mi auguro che sia stata sufficientemente chiara, per cercare di decifrare la situazione, e sopratutto chi c'è dietro a tutto questo. L'Italia è vittima di un complotto, un feroce complotto, e i nostri politici anziché difendere i nostri interessi, si sono piegati a compromessi con questi poteri forti. Il fatto che Enrico Letta, vice-presidente del PD abbia partecipato al meeting Bilderberg di quest'anno, è piuttosto eloquente. Lo stesso Berlusconi, che inizialmente - nei giorni di Novembre, immediatamente precedenti alle sue dimissioni, quando "l'attacco" all'Italia era nell'apice - sembrava intenzionato a opporre resistenza, dopo che "i mercati" (controllati ad uso e consumo dei poteri descritti sopra) hanno fatto perdere 10 punti percentuali alla sua Mediaset in un solo giorno, ha dichiarato la "resa incondizionata", piegandosi a sostenere Monti - in cambio sicuramente di accordi personali - anche se questo gli è costato la PERDITA DI TUTTO IL CONSENSO che (incredibilmente) aveva mantenuto fino a quel momento. Tra l'altro, Mario Monti, presentato da tutti i politici e dai media come il "salvatore della patria" già in passato aveva fatto grossi danni all'economia italiana: danni che però, hanno rappresentato un beneficio per le lobby dell'alta finanza di cui Monti è emissario.


Ormai siamo un giocattolino in mano agli speculatori, incentivati anche dalle direttive dell'Unione Europea, che si stanno arricchendo sempre di più alle nostre spalle, con la complicità di quei politici che gli hanno steso un tappeto rosso, e cercano di farci sopportare tutto questo seminando paura (lo spettro di conseguenze economiche ancora più terribili), con discorsi fuorvianti ("è necessario" - "salva Italia" etc) e le solite promesse da marinaio di "ripresa" (ripresa che non ci sarà mai, ma sarà sempre peggio, almeno per noi cittadini... le grandi aziende hanno delocalizzato o stanno delocalizzando: non c'è lavoro, non c'è soldi.. QUALE RIPRESA PUO' ESSERCI?).


I poteri forti dell'alta finanza mirano innanzitutto alla nostra riserva aurea: alla quale punteranno "se non molto presto, abbastanza presto" - come ha dichiarato Nigel Farage in occasione dell'ultima intervista che gli ho fatto - ma anche AI BENI PUBBLICI ITALIANI: ad iniziare dalle percentuali di proprietà delle aziende che lo stato possiede ancora, fino al patrimonio immobiliare che l'Italia sarà COSTRETTA A VENDERE - anzi: a Svendere - per ripianare il debito pubblico. Nel frattempo, Monti ha varato - sta varando - varerà - altre leggi che favoriscono tutti i poteri forti citati in precedenza, da quelli economico-bancari alle multinazionali, proprietari della "grande impresa" e della "grande distribuzione", facendo chiudere i negozi dei cittadini, grazie all'oppressione fiscale e al calo dei consumi, che saranno soppiantati da centri commerciali o catene di negozi legate alle grandi aziende, che a capo hanno sempre gli stessi proprietari: le lobby dell'alta finanza. Svenderà la nostra sovranità e i nostri beni, con un occhio di riguardo per le caste: ormai credo che tutti si siano resi conto che Monti sta purgando solo i cittadini del ceto medio-basso: questo perché avere i potenti contro potrebbe nuocere al suo disegno, per esempio difficilmente i notai potranno dare contro a Monti, visto che ha abolito la "tariffa massima" e potranno guadagnare di più. Avere contro loro, non sarebbe stato semplice come avere contro gli operai della FIOM che si sono visti eliminare l'articolo 18... ci farà aderire alla fregatura colossale rappresentata dal MES, che è una DITTATURA ECONOMICA spacciata per fondo di stabilità - le manovre finanziare "salva Italia" in realtà, sono servite esclusivamente a rastrellare i soldi necessari per aderire ad esso...


Quello a cui stiamo assistendo oggi è la naturale prosecuzione del processo che è iniziato nel 1992, a bordo del Panfilo Britannia, come illustra l'articolo DOSSIER: Ecco quando è iniziata la crisi dell'Italia; era il 1992 sul panfilo Britannia


Si sta verificando TUTTO quello che aveva previsto il movimento "No Global", che è stato distrutto a Genova nel 2001: movimento composto da centinaia di movimenti di ogni estrazione politica e sociale perché non era composto solo dalla 'sinistra radicale' come pensano molti: al Genoa Social Forum avevano aderito Acli, WWF, Rete Lilliput, associazioni studentesche e altro ma all'opinione pubblica è stato dipinto in modo fuorviante, come se fosse composto solo da "punkabbestia" e scalmanati dei centri sociali più aggressivi. Movimento che faceva discorsi giusti, stava crescendo troppo rapidamente e per i potenti del mondo era troppo pericoloso. Con la sospensione dei diritti democratici alla quale il mondo ha assistito in quei giorni, è stato spazzato via. Purtroppo ormai di quel Movimento se ne parla quasi esclusivamente in chiave "violenze delle forze dell'ordine" al G8 di Genova, che innegabilmente ci sono state: i fatti della "Diaz" e di "Bolzaneto" sono emersi in tutta la loro gravità, dopotutto era inevitabile che accadesse. Anzi doveva venire fuori, perché se le violenze fossero state tenute nascoste e non fosse stato seminato il terrore, al G8 successivo probabilmente a manifestare ci sarebbero state molte più associazioni e persone: invece quel "Movimento" è finito li, a Genova, affogato nel sangue di Carlo Giuliani e di migliaia di persone pestate senza motivo. Le forze dell'ordine, "caricate" con la strategia del terrore di chi aveva messo in guardia gli agenti da minacce di ogni tipo, preparandoli come se fossero dovuti andare in guerra, sono stati esecutori materiali di quella che era una volontà che andava ben oltre, probabilmente, del governo italiano. Quel movimento doveva essere fermato. Personalmente nel 2001 avevo 20 anni, non ho partecipato alle manifestazioni e non ero un simpatizzante "no global". Il fatto che oggi stia accadendo praticamente tutto quello che avevano previsto l'ho appreso pochi anni fa, approfondendo, leggendo ciò che sosteneva quel movimento.


Il mondo è succube di una minoranza, un'élite composta da poche centinaia di potenti che dopo essersi appropriati del governo USA (1) stanno estendendo il loro dominio a tutte le altre nazioni del mondo, ad iniziare dalle nazioni europee e quelle che hanno in mano le materie prime. Laddove non possono conquistare il potere con le armi politico-economiche, lo fanno con le armi. Hanno in mano le redini dell'economia, dei mercati finanziari, industriali e del commercio: e stanno rastrellando a se tutte le ricchezze del mondo. Ma quello che vogliono non sono i soldi, ne hanno fin troppi. Quello che vogliono, è il POTERE: che senza dubbio è detenuto da chi è proprietario di tutto. E chissà che quei "complottisti", che sostengono che l'élite vuole instaurare un "governo mondiale", con una moneta mondiale - il tutto ovviamente gestito da loro - non abbiano ragione...

NOTE

(1) J.F. Kennedy parlò di questi "poteri oscuri" che intendeva sconfiggere: ma purtroppo non c'è riuscito, ed è stato eliminato. E il suo successore annullò immediatamente l' "ordine esecutivo 11110" con il quale Kennedy consentiva al Ministero del Tesoro USA di stampare moneta senza il controllo della FED, la banca centrale USA - privata - che dal 1913 gestisce il Dollaro, dominando quindi l'economia statunitense.


Alessandro Raffa per nocensura.com

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
" Forse che non conoscendo a fondo il pensiero del Duce si può affermare di essere fascisti? Noi diciamo di no! Che il fascismo non è istinto ma educazione e perciò è conoscenza della sua mistica,che è conoscenza di Mussolini" (N. Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Marcus
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN


Età: 44
Registrato: 02/04/06 11:27
Messaggi: 2598
Località: Palermo

MessaggioInviato: Mer Giu 27, 2012 12:20 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

...leggete e nauseatevi per l'ipocrisia grondante da ogni singola parola degli eurocrati, che fanno finta di lavorare alacremente a chissà quale emergenza improvvisa, escogitando chissà quali soluzioni d'emergenza, quando invece ormai è da mesi che sappiamo e scriviamo in maniera documentata a cosa vogliono deliberatamente approdare...ESM o MSE! ecco a cosa puntano le speculazioni borsistiche ad orologeria causate da questi plutocrati criminali sorretti da tutti i gruppi politici di ogni colore che sono al loro servizio! Ecco svelato l'arcano che tra qualche settimana diranno pubblicamente di volerci far digerire...sempre per il bene di tutti...ovviamente IL LORO, si intende!
Ma il popolo bove per ora ha cosa più importanti a cui pensare... suvvia, c'é la partita di calcio con la squadra tedesca, cosa importa tutto il resto?

I 4 pilastri della nuova Unione economica
Vigilanza Bce su banche, tesoro Ue, apertura a eurobond

Ansa 26 giugno, 18:51
Finanza, bilanci pubblici, politica economica e una robusta dose di legittimità democratica: sono questi i quattro "pilastri essenziali" su cui costruire, nei prossimi dieci anni, una "vera unione economica e monetaria". "Tutti e quattro questi elementi - si legge nel documento che sarà sul tavolo del vertice Ue ed è consultabile nella sua integrità (in inglese) anche sul sito di Ansa Europa - sono necessari per la stabilità e la prosperità a lungo termine dell'Uem", ma "bisognerà ancora lavorarci molto, anche con possibili modifiche dei Trattati Ue".

Il testo del rapporto preparato, secondo il mandato ricevuto dal vertice Ue di maggio, dai presidenti del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy, della Bce, Mario Draghi, dell'Eurogruppo, Jean-Claude Juncker, e della Commissione, José Manuel Barroso, descrive l'architettura della futura Unione in sette pagine. Ecco in sintesi i punti principali - Integrazione finanziaria. Sarà fondata su due "elementi centrali": un solo sistema di vigilanza sulle banche - che potrebbe essere gestito dalla Bce - e uno schema di garanzia e intervento comune. - Integrazione dei bilanci. I tetti ai bilanci annuali e all'indebitamento di ogni Paese saranno fissati in sede europea. L'Eurogruppo potrà chiede modifiche ai bilanci.

A medio termine, "potrà essere esplorata l'emissione comune di titoli del debito". Potrà essere costituito una sorta di ministero del tesoro dell'Eurozona. - Integrazione delle politiche economiche. Quando necessario, "potranno essere prese misure per rafforzare le capacità operative delle istituzioni nazionali" al fine di assicurare "un'efficace applicazione delle riforme" destinate a stimolare la crescita. - Rafforzare la legittimità democratica. E' "essenziale costruire il consenso dei cittadini" intorno a decisioni prese a livello europeo che avranno un "forte impatto sulla loro vita quotidiana". E' quindi necessario uno "stretto coinvolgimento" del Parlamento Ue e di quelli nazionali.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
" Forse che non conoscendo a fondo il pensiero del Duce si può affermare di essere fascisti? Noi diciamo di no! Che il fascismo non è istinto ma educazione e perciò è conoscenza della sua mistica,che è conoscenza di Mussolini" (N. Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Marcus
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN


Età: 44
Registrato: 02/04/06 11:27
Messaggi: 2598
Località: Palermo

MessaggioInviato: Mar Lug 10, 2012 6:20 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

...i servi della plutocrazia bancaria fremono, vogliono attuare L'ESM il prima possibile, a cominciare dalla sanguisuga Monti, ma a sentir loro solo per risolvere la finta crisi del cosiddetto spread...capovolgendo di netto il reale rapporto causa-effetto...ed i gonzi pseudo-italiani sono tutti li a ripetere a pappagallo quanto spiattellato dalla propaganda asservita a BCE e FMI!

Asse Italia-Francia sullo spread. Monti, mai chiesti aiuti
Premier, Roma ha contribuito a sostegno di altri


Ansa 09 luglio, 21:23
dell'inviata Chiara De Felice

AIX-EN-PROVENCE - Sulle misure anti-crisi, scudo anti-spread in testa, l'Italia guadagna un alleato di ferro: quella Francia che oggi, mentre rinnova l'amicizia con la Germania a Reims, spinge anche l'acceleratore sul meccanismo per far scendere la febbre dei tassi che rischia di restare prigioniero nelle trattative post-vertice Ue. Con l'Eurogruppo di domani a Bruxelles parte infatti il processo che deve tradurre in atti le decisioni dei leader e convincere i mercati ancora scettici che, per Mario Monti, ancora non si fidano delle decisioni Ue. E mentre l'Italia vuole che si superino in fretta tutti gli ostacoli, rendendo operativi il prima possibile i nuovi poteri del fondo salva-Stati Esm (acquisto bond in funzione anti-spread, ricapitalizzazione diretta delle banche), la Germania sembra non avere tutta questa fretta: "Ogni cosa a suo tempo", ha frenato il ministro tedesco delle Finanze Wolfgang Schaeuble, escludendo che la supervisione bancaria, la prima delle misure Ue da rendere operative, si avrà già nel 2012.

L'intesa Italia-Francia è stata ribadita durante l'incontro che il premier Monti e il ministro francese dell'Economia, Pierre Moscovici, hanno avuto a margine della conferenza Rencontres Economiques ad Aix-en-Provence. "Dobbiamo parlare subito, già nell'Eurogruppo di domani, di unione bancaria e scudo anti-spread per aiutare chi, come l'Italia, ha un problema con la volatilità dei tassi", ha detto Moscovici al termine del bilaterale. Per descrivere le prossime tappe dell'Eurozona, il ministro ha utilizzato "l'immagine di Monti, che mi piace molto: 'Abbiamo aperto una porta che era chiusa, ora dobbiamo decidere la strada da prendere' ".
(NO, LO AVETE GIA' DECISO DA UN BEL PEZZO COSA IMPORRE ALLA MASSA BEOTA, LA SCHIAVITU' ETERNA PER LA MAGGIORANZA ASSOLUTA, Ndr.)

La strada è però piena di ostacoli: il primo, le resistenze della Germania e dei suoi alleati tripla A (vedi Finlandia, Olanda e Austria), che vincolano lo scudo anti-spread alla supervisione bancaria, e che è visto da molti osservatori come un rimandare 'sine die' quelle misure che invece l'Italia e la Francia vorrebbero operative da subito, per frenare l'altalena degli spread. (RIPETUTE ALL'INFINITO LE CIALTRONATE SI DOVREBBERO TRASFORMARE IN VERITA'?, Ndr.)

Ma come Parigi e Roma cercano di accelerare, Berlino frena: "L'Eurozona non è forte, serve l'unione politica", ha detto la cancelliera Angela Merkel, richiamando indirettamente alla cessione di sovranità da parte degli Stati Ue, tasto dolente per la Francia che non è del tutto pronta a farlo.
(EFFETTIVAMENTE FARLO DIGERIRE AI FRANCESI NON E' SEMPLICE COME CON I BUOI DELLA REPUBBLICA DELLE BANANE, Ndr.)

 

_________________
" Forse che non conoscendo a fondo il pensiero del Duce si può affermare di essere fascisti? Noi diciamo di no! Che il fascismo non è istinto ma educazione e perciò è conoscenza della sua mistica,che è conoscenza di Mussolini" (N. Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Le Inchieste de IlCovo Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
Pagina 2 di 4

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





Associazione Culturale Apartitica- 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2006