Indice del forum

Associazione Culturale Apartitica-"IlCovo"
Studio Del Fascismo Mussoliniano
Menu
Indice del forumHome
FAQFAQ
Lista degli utentiLista degli utenti
Gruppi utentiGruppi utenti
CalendarioCalendario
RegistratiRegistrati
Pannello UtentePannello Utente
LoginLogin

Quick Search

Advanced Search

Links
Biblioteca Fascista del Covo
Canale YouTube del Covo
IlCovo su Twitter

Who's Online
[ Amministratore ]
[ Moderatore ]

Utenti registrati: Nessuno

Google Search
Google

http://www.phpbb.com http://www.phpbb.com
Lettera di tribvnvs a Rinascita. Pubblicata!
Vai a pagina 1, 2  Successivo
 
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Edicola
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
tribvnvs
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN



Registrato: 04/04/06 23:22
Messaggi: 2097

MessaggioInviato: Mer Giu 21, 2006 7:03 pm    Oggetto:  Lettera di tribvnvs a Rinascita. Pubblicata!
Descrizione:
Rispondi citando

Spett. Redazione di Rinascita,

scrivo in merito agli articoli di Carmelo Viola e di Gianni Donaudi di domenica 4 giugno scorso.
Devo dire che sono francamente rimasto sorpreso nel constatare che alcuni conclamati meriti storici del fascismo, come il Concordato, l’Impero, l’intervento in Spagna, vengano riletti dagli autori come “errori”, “pazzie”, “aberrazioni”.
Sono rimasto allibito di fronte a queste affermazioni, perché mi sembra che le considerazioni fatte da Viola e Donaudi siano francamente molto semplicistiche.
Parliamo di eventi che hanno caratterizzato profondamente la storia del Fascismo, e il volerli liquidare con un semplicistico “aberrazioni”, mi sembra oggi demodé perfino fra le più retrive riviste storiche della vulgata resistenziale.
Posso concepire che in certi ambienti culturali reazionari storici del calibro di De Felice e in genere la scuola cosiddetta revisionista siano ancora dei perfetti sconosciuti. O che per questi ambienti è come se non fossero mai esistiti.
Ma non concepisco come certe affermazioni, che sembrano fatte apposta per dare credito alla vulgata resistenziale, provengano da una rivista che, seppure afascista, certo in quanto propositiva, dovrebbe voler superare certi giudizi veterocomunistoidi, per di più falsi e ormai ampiamente superati, tra l’altro dopo non poche fatiche.
Mi è parso di notare negli autori, scusate se lo dico con franchezza, un certo dogmatismo ideologico, che tradisce una evidente forma mentis marxisteggiante.
Per fortuna i Capi di Governo, quelli veri almeno, tra i quali certo figurava Benito Mussolini, basano le loro azioni sul pragmatismo, non sui dogmi ideologici. Lasciamo i dogmi ai teorici e ai capi di partito; i capi di governo degni di questo nome, per dovere del loro ruolo, antepongono la realtà reale alla realtà dei dogmi ideologici.
In particolare per un uomo concreto come Mussolini, l’ideologia, che egli non ha mai tradito, doveva conformarsi alla realtà, e non la realtà all’ideologia.
Anche perché se no sarebbe stato Lenin e non Mussolini.
Per questo motivo, affermare che Mussolini doveva opporsi totalmente all’educazione religiosa e rinunciare al Concordato, significa anteporre pregiudizi ideologici ad iniziative che invece furono costruttive per gli interessi del paese, e quindi pragmatiche. Tra l’altro dovreste sapere che Mussolini e il Fascismo sono per loro natura “antipregiudizialisti”.
Fu un grande merito di politica interna di Mussolini pacificare, dopo 60 anni, Stato e Chiesa. Evidentemente egli sapeva cosa concretamente, e non solo ideologicamente, la Nazione si attendesse da lui. E sapeva anche che non c’è politica che possa battere la Religione, cosa che il crollo del comunismo dovrebbe aver dimostrato una volta per tutte di fronte alla Storia. Uomo con grande senso della realtà, Mussolini.
La guerra d’Etiopia una pazzia? In che senso?
Certo se consideriamo la guerra d’Etiopia con gli occhi del XXI secolo, non possiamo che convenire che fu una guerra coloniale e quindi ingiusta. Ma questo lo possiamo dire oggi, 70 anni dopo i fatti. Invece bisognerebbe guardare la cosa con gli occhi di allora, molto più vicini al XIX secolo che al XXI.
Infatti la Guerra d’Abissinia è stata una guerra coloniale, l’ultima appunto di tipo tradizionale “ottocentesco”.
Anche se il colonialismo fascista aveva una impostazione tanto innovativa quanto antichissima, basandosi sui principi civilizzatori della “colonizzazione” grecoromana. E non di mero e semplice sfruttamento. Ben diverso dunque dai presupposti della colonizzazione anglofrancese, ad esempio. Tuttavia questo è un altro discorso.
Tornando alla politica concreta, la guerra d’Etiopia fu un altro clamoroso successo. Altro che pazzia. “Adua vendicata”. “Dogali vendicata”. Mussolini e il Fascismo realizzavano ciò che in oltre 40 anni e al costo di dolorosi fallimenti l’Italia liberale di fine ottocento non era riuscita a realizzare. Non a caso in quegli anni si ebbe l’apice del consenso interno e perfino un certo Togliatti pensò di scrivere “Un appello ai compagni in camicia nera”.
Infine la guerra di Spagna. “Una aberrazione sostenere il franchismo” afferma Donaudi. Ma basterebbe leggersi De Felice per scoprire che Mussolini non ha sostenuto Franco, è stato costretto a farlo. Mussolini per ben due volte si è rifiutato di rispondere agli appelli d’aiuto del gen. Franco. E’ intervenuto quando altri, cioè la Francia del marxistoide Blum, l’internazionale comunista e gli esuli antifascisti, loro sì spinti da dogmi e affinità ideologiche, decidevano di aiutare quel governo “legale” già ostaggio del terrore rosso e presto solo fantoccio di Mosca. Ancora una volta solo considerazioni strategiche, pragmatiche e di lungimiranza politica spinsero Mussolini ad aiutare gli insorti. Per necessità, non per libera scelta.
Nell’estate del 1936, con le conseguenze determinate dalla guerra d’Etiopia nell’area del Mediterraneo, l’Italia non poteva permettersi un aumento dell’influenza o peggio un dominio indiretto della Francia sulla Spagna. Così come l’Italia e con essa il resto d’Europa non potevano permettersi l’espandersi di un contagioso virus comunista nell’Europa occidentale. Chiarito questo, Mussolini aiutò chi poteva opporsi al comunismo: se invece di Franco fosse stato Gloria Gaynor, Mussolini si sarebbe comportato ugualmente. E’ indubbio che le simpatie ideologiche andassero per la Falange, ma purtroppo questa aveva un peso trascurabile nelle forze della “coalizione” degli insorti dominata da Franco. Se è per questo, Franco non era stimato né politicamente né tanto meno militarmente dal governo di Roma. Ma bisognava aiutarlo, perché la politica internazionale imponeva che si aiutasse chi in Spagna era in grado di fermare l’insorgere del comunismo.
Ancora una volta Mussolini fu un grande pragmatico. E bisognerebbe ringraziarlo tutti se la Spagna non è diventata una Bulgaria sovietica ante litteram.
Certo, poi potremmo dire molto meglio Josè Antonio di Franco, ma questo è tutto un altro discorso. Mussolini non c’entra.
Altro che aberrazione! L’aberrazione io la vedo in chi dice di apprezzare aspetti del fascismo, per poi smentirsi facendo proprie le più grossolane panzane della vulgata resistenziale.

Cordiali saluti

tribvnvs
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
RomaInvictaAeterna
Site Admin
Site Admin


Età: 39
Registrato: 30/11/04 13:52
Messaggi: 3235
Località: Roma

MessaggioInviato: Mer Giu 21, 2006 10:05 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

SPETTACOLARE! SPETTACOLARE! SINTESI ECCELLENTE, ASSOLUTAMENTE INDISCUTIBILE E GRANDIOSA!
LA METTO IN RILIEVO SUBITO!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"La mistica appunto precisa questi valori...nella loro attualità politica...e dimostra l'universalità di luogo e di tempo del Fascismo"(Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Marcus
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN


Età: 44
Registrato: 02/04/06 11:27
Messaggi: 2598
Località: Palermo

MessaggioInviato: Gio Giu 22, 2006 3:43 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Carissimo Tribunus ancora una volta dimostri di essere degno del nome che porti! Chiaro,conciso e diretto e quel che più conta storicamente ineccepibile. GRANDE!!!
_________________
" Forse che non conoscendo a fondo il pensiero del Duce si può affermare di essere fascisti? Noi diciamo di no! Che il fascismo non è istinto ma educazione e perciò è conoscenza della sua mistica,che è conoscenza di Mussolini" (N. Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
RomaInvictaAeterna
Site Admin
Site Admin


Età: 39
Registrato: 30/11/04 13:52
Messaggi: 3235
Località: Roma

MessaggioInviato: Sab Lug 22, 2006 9:38 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La lettera è stata pubblicata ma con il solito attacco di Gaudenzi e vorrei che Tribvnvs lo trascrivesse nel forum..E' assurdo!
_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"La mistica appunto precisa questi valori...nella loro attualità politica...e dimostra l'universalità di luogo e di tempo del Fascismo"(Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Dvx87




Registrato: 04/04/06 07:04
Messaggi: 2336

MessaggioInviato: Sab Lug 22, 2006 10:51 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sono curioso di leggere la risposta anche se so già che avranno scritto cazzate?
Se devo essere onesto, comunque, questi tizi mi sanno di poco concreti e mi puzzano tanto di sinistra hegeliana... Il fatto che aspirino ad una "Eurasia" lo dimostra...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
tribvnvs
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN



Registrato: 04/04/06 23:22
Messaggi: 2097

MessaggioInviato: Dom Lug 23, 2006 8:28 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Very Happy Very Happy Very Happy

Vi posso dire che non c'è stata nessuna risposta concreta alle mie obiezioni... In sintesi Gaudenzi si è risentito del mio intervento, definendomi, con aspre parole, come un lettore intollerante verso il libero dibattito di idee che costituisce l'essenza del giornale...
Cmq i due tizi per ammissione dello stesso Gaudenzi sono degli anarchici libertari... (avevo ragione a dire che dimostravano una forma mentis marxistoide dunque).
Se il giornale si autodefinisce "quotidiano di liberazione nazionale" ed è davvero una libera tribuna di diverse opinioni, qualcuno avrà il diritto di risentirsi se si dicono cazzate sul fascismo no? Avrà buon motivo di intervenire se sul quotidiano "di liberazione nazionale" si ripete la pappardella resistenziale che nulla ha a che vedere con la liberazione nazionale, ma molto con la servitù nazionale? O no?
Ma in realtà il quotidiano ha una sua linea propria, ben definita, non è una pura tribuna... (vedere:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
) e i contributi più vari sono benvenuti nei limiti in cui non disturbano questa linea.
Certo è che Gaudenzi è intervenuto eccome a difenderla questa linea, pur dandoci la parola, tanto è vero che ha ripetuto la sua opposizione al corporativismo nei dibattiti con Stefano e Marco (senza argomenti peraltro), così come non è intervenuto affatto nel contestare le boiate storiche affermate dai 2 anarchici (forse perchè conformi alla linea?).
Al contrario è intervenuto ancora nel riprendere il sottoscritto, solo nella forma xchè nella sostanza non aveva argomenti da contrapporre, la cui unica colpa è sta quella di aver fatto notare, tra le righe, l'inconciliabilità, x un giornale che si definisce di "liberazione nazionale", con la pappardella della vulgata resistenziale... e dunque l'incoerenza dello stesso.
Almeno che gli anarchici non parlino a sproposito di Mussolini... pensino a Bakunin! Very Happy
E Gaudenzi la smetta di tirare il sasso e ritirare la mano!

Ora vediamo cosa risponderanno alla stupenda lettera di Marco...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Ari



Età: 51
Registrato: 11/06/06 12:03
Messaggi: 720
Località: Vercelli - Gorizia

MessaggioInviato: Dom Ago 13, 2006 7:59 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

pensi che valga la pena di rispondere , piu' che altro per precisare la nostra posizione , all'articolo di Diego Minonzio su Libero di oggi , sabato 13 , intitolato " Macche' fascisti , sono solo macellai" ?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
tribvnvs
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN



Registrato: 04/04/06 23:22
Messaggi: 2097

MessaggioInviato: Dom Ago 13, 2006 2:17 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Non ho letto l'articolo Ari, quindi non ho presenti i contenuti.
Però xchè no? Scrivi una bella replica se te la senti. E' probabile che te la pubblichino, perchè Feltri sa che ha una buona quota di lettori "fascisti". Intanto, nell'attesa della risposta, puoi pubblicare la tua lettera qui. Così ci possiamo fare anche un'idea dell'articolo di libero.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Ari



Età: 51
Registrato: 11/06/06 12:03
Messaggi: 720
Località: Vercelli - Gorizia

MessaggioInviato: Dom Ago 13, 2006 2:43 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ecco , questo e' il problema , io non ho la parlantina ne tantomeno la facilita' di esposizione che sarebbero necessarie per sostenere una discussione di un certo livello
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
tribvnvs
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN



Registrato: 04/04/06 23:22
Messaggi: 2097

MessaggioInviato: Dom Ago 13, 2006 4:43 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Basta che butti giù qualcosa di sensato e sentito... Mica c'è bisogno di un Cicerone Wink Very Happy
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
DUX



Età: 52
Registrato: 16/08/07 22:31
Messaggi: 13
Località: Lombardia

MessaggioInviato: Sab Ago 18, 2007 4:28 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ari ha scritto:
ecco , questo e' il problema , io non ho la parlantina ne tantomeno la facilita' di esposizione che sarebbero necessarie per sostenere una discussione di un certo livello

Ne sei sicuro Ari? E solo questione di serenità e calma nell'affrontare una discussione. E questa calma e tranquillità la puoi ottenere se sei ben preparato sull'argomento oggetto di discussione. Quindi leggi, leggi, leggi tanto e tutto sul fascismo. Sia nel bene che nel male, cosi da farti una tua opinione, e una volta che sei a conoscenza dell'argomento, una volta che sei veramente ben informato con tue opinioni .... beh allora sei pronto per intavolare una qualsiasi discussione con una qualsiasi persona.
Al massimo, se sei in difficoltà caro Ari ...... faje maleeee!!! No dai l'ultima frase è uno scherzo, suvvia!!!!! Very Happy Very Happy Very Happy

_________________
DUX
Fate che le glorie del passato siano superate dalle glorie dell'avvenire.
Non è permesso a nessuno di vivere su quello che fu fatto da altri prima di noi. Bisogna che noi creiamo.
2007 LXXXV E.F.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
DUX



Età: 52
Registrato: 16/08/07 22:31
Messaggi: 13
Località: Lombardia

MessaggioInviato: Sab Ago 18, 2007 4:43 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ari ha scritto:
ecco , questo e' il problema , io non ho la parlantina ne tantomeno la facilita' di esposizione che sarebbero necessarie per sostenere una discussione di un certo livello

Ne sei sicuro Ari? E solo questione di serenità e calma nell'affrontare una discussione. E questa calma e tranquillità la puoi ottenere se sei ben preparato sull'argomento oggetto di discussione. Quindi leggi, leggi, leggi tanto e tutto sul fascismo. Sia nel bene che nel male, cosi da farti una tua opinione, e una volta che sei a conoscenza dell'argomento, una volta che sei veramente ben informato con tue opinioni .... beh allora sei pronto per intavolare una qualsiasi discussione con una qualsiasi persona.
Al massimo, se sei in difficoltà caro Ari ...... faje maleeee!!! No dai l'ultima frase è uno scherzo, suvvia!!!!! Very Happy Very Happy Very Happy

_________________
DUX
Fate che le glorie del passato siano superate dalle glorie dell'avvenire.
Non è permesso a nessuno di vivere su quello che fu fatto da altri prima di noi. Bisogna che noi creiamo.
2007 LXXXV E.F.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Ardito
Cittadino Fascista
Cittadino Fascista


Età: 29
Registrato: 21/06/10 17:01
Messaggi: 258

MessaggioInviato: Ven Mag 18, 2012 1:48 pm    Oggetto:  Re: Lettera di tribvnvs a Rinascita. Pubblicata!
Descrizione:
Rispondi citando

Interessanti considerazioni sull'intervento dell'Italia fascista nella guerra civile spagnola:
Considerazioni. Il fascismo e la guerra civile spagnola
di: Franco Morini

L’intervento fascista in Spagna più che motivazioni ideologiche si fondava su dinamiche geopolitiche. La politica mediterranea mussoliniana non intendeva infatti concedere alcuna base nel Mediterraneo all’Urss. In ciò era d’accordo pure l’Inghilterra che sotto sotto, anche per i suoi interessi economici in Spagna - per non parlare di Gibilterra - non vedeva affatto di buon occhio una Spagna più o meno legata all’Urss e che all’Urss avesse dato le chiavi d’accesso al Mediterraneo.
Il pensiero mussoliniano, più ancora della ideologia fascista - sempre che si possa parlare di un fascismo ideologico - non è mai stato troppo lontano dal leninismo, specie quando si voglia intendere la rivoluzione bolscevica non tanto di matrice marxista, ma se mai soreliana tanto è vero che la rivoluzione d’ottobre, mai è stata definita tout-court marxista ma marxista-leninista, e questo giusto per dare un contentino a Marx. Anche così si spiega il fatto che l’Italia fascista sia stata la prima nazione a riconoscere il governo leninista nel 1923. Ma torniamo alla Spagna.
Già Berto Ricci si era espresso a favore dei sindacalisti rivoluzionari spagnoli nella loro lotta rivoluzionaria contro il clericalismo monarchico erede diretto dell’Inquisizione spagnola.
Del resto i contendenti non erano fascisti da una parte e comunisti dall’altra, ma falangisti, sindacalisti rivoluzionari più o meno alleati agli anarchici e comunisti stalinisti. E se la lotta tra fascisti e repubblicani fu aspra, non meno aspra fu lo scontro fra anarcosindacalisti e stalinisti. E a questo punto mi piace ricordare il mio concittadino Guido Picelli, ex socialista, poi comunista anomalo tant’è che il suo passaggio al gruppo parlamentare comunista gli venne rifiutato più volte fino a quando gli originalissimi comunisti parmesi dell’epoca non si ribellarono, minacciando di creare un partito autonomo con a capo Picelli e solo per questo Picelli venne poi accettato nel PCdI. Andato volontario in Spagna, Picelli venne regolarmente ucciso dagli stalinisti. Già in un mio vecchio libro degli anni ‘80 (“Parma in camicia nera”) avevo indicato in Picelli un capopopolo (o ras locale) intimamente, e direi anche biologicamente, fascista, in quanto solo particolari circostanze locali lo avevano posto dall’altra parte. Questa mia considerazione fu quella che più fece imbestialire i sedicenti comunisti locali e ciò perché avevo colpito nel segno. Morto Josè Antonio, è subentrata la casta militare, borghese e clericale che ha impresso una svolta reazionaria al falangismo non meno di quanto abbia fatto la casta militare, borghese e clericale con il fascismo italiano. E poi, anche il vecchio comunismo italiano, andiamoci piano a criticarlo. Tra i suoi fondatori Bombacci volle seguire Mussolini fino alla fine, Bordiga ha lasciato detto che la peggiore eredità del fascismo è l’antifascismo e Gramsci infine , liberato dal carcere e fatto curare da Mussolini, rifiutò il pressante invito di Stalin di stabilirsi in Urss, preferendo rimanere in uno stato fascista piuttosto che stalinista e per questo pare che qualcuno l’abbia fatto fuori.
Tanto di cappello se paragonati oggi ai sedicenti fascisti del msi-an, destre sociali varie e movimenti limitrofi, i quali se è vero che non hanno combattuto apertamente il fascismo, hanno fatto anche di peggio, facendo in modo che se ne perdesse il senso e le radici.
Fonte:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Osservazioni condivisibili?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Marcus
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN


Età: 44
Registrato: 02/04/06 11:27
Messaggi: 2598
Località: Palermo

MessaggioInviato: Ven Mag 18, 2012 4:32 pm    Oggetto:  Re: Lettera di tribvnvs a Rinascita. Pubblicata!
Descrizione:
Rispondi citando

Ardito ha scritto:
Morto Josè Antonio, è subentrata la casta militare, borghese e clericale che ha impresso una svolta reazionaria al falangismo non meno di quanto abbia fatto la casta militare, borghese e clericale con il fascismo italiano.


...la solita tiritera della vulgata destrorsa, il Fascismo fu una rivoluzione mancata, un totalitarismo imperfetto, fu conservatore e non rivoluzionario, etc. etc. affermazioni che non tengono affatto in conto i concetti di rivoluzione graduale e permanente inerenti il Fascismo, che lo stesso Duce in più occasioni ha illustrato in scritti e discorsi. Altro è dire che il regime di Franco fu un conservatorismo tradizionale di stampo militare, per nulla interessato alla mobilitazione delle masse, affermazioni che risultano corrette, infatti il "franchismo" non è mai stato Fascismo e la Falange, che negli scritti di Josè Antonio De Rivera molto si accostava alla visione dello Stato Etico corporativo mussoliniano-gentiliano, fu da Franco di fatto ideologicamente smantellata. Non a caso lo sbocco del franchismo si è tradotto nell'avvicinamento all'alleanza atlantica e nella restaurazione della monarchia parlamentare borghese.
Riguardo il pensiero politico della Falange di De Rivera leggi questa discussione:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
" Forse che non conoscendo a fondo il pensiero del Duce si può affermare di essere fascisti? Noi diciamo di no! Che il fascismo non è istinto ma educazione e perciò è conoscenza della sua mistica,che è conoscenza di Mussolini" (N. Giani)


Ultima modifica di Marcus il Sab Mag 19, 2012 7:08 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
RomaInvictaAeterna
Site Admin
Site Admin


Età: 39
Registrato: 30/11/04 13:52
Messaggi: 3235
Località: Roma

MessaggioInviato: Ven Mag 18, 2012 5:30 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Esatto!
_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"La mistica appunto precisa questi valori...nella loro attualità politica...e dimostra l'universalità di luogo e di tempo del Fascismo"(Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Edicola Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Associazione Culturale Apartitica- 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2006