Indice del forum

Associazione Culturale Apartitica-"IlCovo"
Studio Del Fascismo Mussoliniano
Menu
Indice del forumHome
FAQFAQ
Lista degli utentiLista degli utenti
Gruppi utentiGruppi utenti
CalendarioCalendario
RegistratiRegistrati
Pannello UtentePannello Utente
LoginLogin

Quick Search

Advanced Search

Links
Biblioteca Fascista del Covo
Canale YouTube del Covo
IlCovo su Twitter

Who's Online
[ Amministratore ]
[ Moderatore ]

Utenti registrati: Nessuno

Google Search
Google

http://www.phpbb.com http://www.phpbb.com
18°: LO STATO CORPORATIVO

 
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> BIBLIOTECA DEL COVO
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Marcus
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN


Età: 44
Registrato: 02/04/06 11:27
Messaggi: 2600
Località: Palermo

MessaggioInviato: Ven Mag 11, 2018 8:53 am    Oggetto:  18°: LO STATO CORPORATIVO
Descrizione:
Rispondi citando

Nel 1934 viene pubblicato dall’Istituto Nazionale Fascista di Cultura il libello “LO STATO CORPORATIVO”. Con grande capacità di sintesi, il sindacalista Bruno Biagi vi descrive l’originalità e la novità rappresentati dal sindacalismo fascista, mostrando come questo costituisca una parte determinante nel Fascismo, che va però comunque contestualizzato nel più ampio ambito dell'attuazione integrale della dottrina fascista dello Stato Nuovo; dunque, da ritenersi propedeutico alla realizzazione di quest'ultimo. Biagi spiega con chiarezza come il sindacalismo fascista, formatosi nell'alveo dalla elaborazione ideologica di Benito Mussolini, rappresenti la soluzione definitiva al “problema sociale”, non solo in ambito italiano, ma europeo e mondiale. Affermando la completa originalità del Fascismo, Biagi evidenzia l’alterità e unicità del sindacalismo fascista, spiegando che il fulcro di tale dottrina non è imperniato sul determinismo o sull’economicismo, ma sulla solidarietà nazionale, sull’aspetto etico-educativo e sul riconoscimento da parte dei cittadini dell’appartenenza alla comune Civiltà Fascista Italiana. Negando la tripartizione della Società, scaturita dalla Rivoluzione Francesce, e poi esasperata dal Socialismo marxista, criticando tanto il Liberalismo quanto il suo figlio legittimo, il Socialismo, Biagi definisce i tratti inequivocabili della concezione sociale fascista, basandosi sull’Organicismo espresso nella dottrina mussoliniana e identificando la vera Libertà nella “sovranità partecipativa” del Cittadino Fascista, all’interno della Legge dello Stato Nuovo, etico e corporativo. Egli spiega che la vera Libertà “riposa nell’ordine e nella Legge fascista”, e che tale Nuovo Ordine scaturisce dalla Dottrina del Fascismo di Benito Mussolini. In appendice il documento del 1940, tratto dal "Dizionario di Politica" del P.N.F., sull'Ordinamento Sindacale Corporativo.


copertina.zip
 Descrizione:
In allegato la copertina del libro.

Scaricare
 Nome file:  copertina.zip
 Dimensione:  163.84 KB
 Scaricato:  15 Volte


_________________
" Forse che non conoscendo a fondo il pensiero del Duce si può affermare di essere fascisti? Noi diciamo di no! Che il fascismo non è istinto ma educazione e perciò è conoscenza della sua mistica,che è conoscenza di Mussolini" (N. Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> BIBLIOTECA DEL COVO Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





Associazione Culturale Apartitica- 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2006