Indice del forum

Associazione Culturale Apartitica-"IlCovo"
Studio Del Fascismo Mussoliniano
Menu
Indice del forumHome
FAQFAQ
Lista degli utentiLista degli utenti
Gruppi utentiGruppi utenti
CalendarioCalendario
RegistratiRegistrati
Pannello UtentePannello Utente
LoginLogin

Quick Search

Advanced Search

Links
Biblioteca Fascista del Covo
Canale YouTube del Covo
IlCovo su Twitter

Who's Online
[ Amministratore ]
[ Moderatore ]

Utenti registrati: Nessuno

Google Search
Google

http://www.phpbb.com http://www.phpbb.com
Contro-primavera TURCA? Chi c'è dietro?

 
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Le Inchieste de IlCovo
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
RomaInvictaAeterna
Site Admin
Site Admin


Età: 39
Registrato: 30/11/04 13:52
Messaggi: 3235
Località: Roma

MessaggioInviato: Mar Giu 04, 2013 8:50 am    Oggetto:  Contro-primavera TURCA? Chi c'è dietro?
Descrizione:
Rispondi citando

Chi di "primavera" colpisce, di "primavera" perisce (
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
)!
Sembra facile ironia, ma i fatti di questi giorni la rendono molto ma molto reale.

In Turchia, infatti, si stanno svolgendo delle "proteste" assai strane.
Tutto "inizia" con un decreto per la costruzione di un Centro Commerciale in un parco turco. Tale provvedimento, che prevedeva la costruzione anche di una nuova Moschea, ha suscitato il dissenso di piccoli e isolati gruppi di giovani turchi. Questi gruppi si sono allargati quando sono stati proposti anche provvedimenti restrittivi sulla vendita di alcolici e sulle pubbliche "effusioni" tra coppie (evidentemente provvedimenti di ispirazione islamica). Ma ciò che ha reso "popolare" la protesta, a questo punto iniziata solo con il pretesto del parco demolito, è stata l'intenzione da parte di Erdogan di demolire il Centro Culturale Ataturk, e costruire in suo luogo una caserma ottomana.

Dunque, chi sono quelli che "protestano"? Sono KEMALIANI. Vi sono varie parti politiche, tra cui anche la sinistra turca, la quale però è ben salda sui "principi di Ataturk". Che non si discutono. Sembrano assenti, in un primo momento, i dissidenti del PKK. E questa assenza è piuttosto strana.
Erdogan ha tenuto a precisare che chi afferma sia una "primavera turca" non conosce la Turchia! E dice bene! Infatti la famosa "primavera turca" (leggasi araba), che tanto "bene" sta facendo in medio oriente e non solo, è esattamente TURCA! Quindi, ispirata dai principi turchi, sostenuti dalla NATO (
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
).

Alcune delle accuse rivolte ad Erdogan potrebbero essere una cartina di tornasole: lo accusano di essere come l'Iran e la Cina.

La mente, appena iniziate queste "proteste", è andata subito all'influenza di Assad. Il che potrebbe anche essere. E potrebbe essere un'influenza indiretta. Ma nulla toglie che, dalla piega che hanno preso le tattiche della NATO in questi ultimi tempi (ovvero USARE rivolte intestine per destabilizzare i governi e arrivare ad una transizione favorevole), dopo Saddam Hussein, grande "amico" del passato, sia arrivato il turno di Erdogan. In fondo la partita della Siria è quasi conclusa (si sta preparando la buffonata di conferenza), e la "primavera" è diffusa un po' ovunque. La dipartita di Erdogan potrebbe far piacere a più di qualcuno, in quelle zone.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"La mistica appunto precisa questi valori...nella loro attualità politica...e dimostra l'universalità di luogo e di tempo del Fascismo"(Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Marcus
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN
Cittadino Fascista-Gruppo ADMIN


Età: 43
Registrato: 02/04/06 11:27
Messaggi: 2589
Località: Palermo

MessaggioInviato: Mar Giu 04, 2013 7:53 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

...una interessante dichiarazione che lascerebbe intendere cosa bolle nel pentolone turco, soprattutto chi ha interesse ad alimentare il fuoco. Forse qualcuno ha deciso di restituire pan per focaccia! ...della serie "chi di primavera ferisce con l'estate perisce?"

Russia: i disordini in Turchia potranno risolvere la crisi siriana

MOSCA - I disordini in Turchia potranno sgonfiare la crisi siriana, ha dichiarato il direttore dell'Istituto russo di Politica Sergey Markov.
Su come cambi la situazione politica a seguito degli scontri ad Istanbul e nelle altre grandi città del Paese, l'esperto ha detto: "Il confine siro-turco è la zona principale, attraverso la quale passano le armi ai ribelli siriani. Se Erdogan non sarà in grado di aiutare i ribelli, la crisi siriana si sgonfiera'. Inoltre è possibile che a causa di cambiamenti interni la Turchia abbandoni completamente la politica di adesione alla UE," - ipotizza Sergey Markov.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
" Forse che non conoscendo a fondo il pensiero del Duce si può affermare di essere fascisti? Noi diciamo di no! Che il fascismo non è istinto ma educazione e perciò è conoscenza della sua mistica,che è conoscenza di Mussolini" (N. Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
RomaInvictaAeterna
Site Admin
Site Admin


Età: 39
Registrato: 30/11/04 13:52
Messaggi: 3235
Località: Roma

MessaggioInviato: Mer Giu 05, 2013 6:26 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

..Mah. Un coinvolgimento, anche indiretto, della Russia non mi pare credibile. Non che la Russia non sia ben disposta verso questo stato di cose. Ma se avesse voluto davvero influire, non si sarebbe arrivati ad oggi, con la conferenza-buffonata alle porte.

Io credo più verosimile, e siamo solo nel campo delle ipotesi (ma credo plausibili), un coinvolgimento di Israele. Infatti Israele, durante il conflitto Siriano, ha tenuto un profilo "basso" (come l'Iran). Ci sono stati vari momenti in cui avrebbe potuto dichiarare guerra aperta alla Siria, ma si è limitata a "litigare" al confine. Erdogan è sicuramente ben visto dalla NATO (e obtorto collo da Israele), ma il suo regime Islamista (fondamentalista) finto-laicista, il suo doppio profilo alla Fratelli Musulmani, non piace certo a Israele. E non piace nemmeno alla Siria in realtà (come non piace la "protesta" Kemaliana...ma potrebbe derogare per cause di forza maggiore). Lo accusano di essere come l'Iran (TOH!Nemico d'Israele!).

Non credo verosimile che l'Europa voglia e possa fare a meno della Turchia. E' abbastanza assurda un'ipotesi del genere. Visti i "nuovi" metodi, se riescono a creargli una guerra "civile" in casa, come in Siria, risolvono "meglio". Tanto le "pratiche" in quelle zone si stanno "sbrigando così. E sembra un metodo "vincente" (del resto usato nella II GM, in modo "grezzo"), visto che anche se non ci sonno vincitori, come in Siria, ce n'è abbastanza per ONU, conferenze di "pace", transizioni e buffonate varie.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"La mistica appunto precisa questi valori...nella loro attualità politica...e dimostra l'universalità di luogo e di tempo del Fascismo"(Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
RomaInvictaAeterna
Site Admin
Site Admin


Età: 39
Registrato: 30/11/04 13:52
Messaggi: 3235
Località: Roma

MessaggioInviato: Ven Giu 07, 2013 2:01 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Turchia: torna Erdogan, si teme nuova esplosione proteste
Premier accusa 'terroristi'. Giù borsa, morto poliziotto a Adana

(di Francesco Cerri) (ANSAmed) - ANKARA, 6 GIU - La Turchia vede tornare questa sera, non senza inquietudine, Recep Tayyip Erdogan da una tournee di quattro giorni nel Maghreb, durante i quali il capo dello stato Abdullah Gul e il vicepremier Bulent Arinc hanno tentato di far calare la tensione nel paese, nel timore che la retorica muscolare del premier infiammi di nuovo le piazze.

Gia' prima di rientrare in Turchia, da Tunisi Erdogan questo pomeriggio ha fatto capire che non intende rinunciare alla linea dura con i manifestanti. La borsa di Istanbul ha subito reagito con un tonfo del 4,7%. In tutto il paese la tensione rimane alta. La notte scorsa ci sono stati duri incidenti ad Ankara fra polizia e manifestanti. Ad Adana, nella Turchia del sud-est, un poliziotto e' morto cadendo da un ponte mentre inseguiva i manifestanti. Dall'inizio delle proteste tre oppositori sono stati uccisi. I feriti sono piu' di 4mila, 64 gravi. La stampa non governativa ha duramente criticato oggi la retata anti-twitter della polizia, ieri a Smirne, dove 34 giovani manifestanti sono stati arrestati per dei tweet di appoggio alla protesta. Sono accusati di avere incitato alla violenza. Quasi tutti sono stati liberati oggi, ma non e' chiaro se saranno o meno incriminati.

Taraf pubblica alcuni messaggi incriminati: ''Incontriamoci a Piazza Gundogu alle 19:30'', ''Non andare a Piazza Losanna, c'e' la polizia'', ''Non venire a Gundogdu sono stati sparati lacrimogeni'' o ''Ci stanno prendendo a manganellate''.

''Ecco cosa significa democrazia avanzata'' in Turchia scrive il quotidiano di sinistra Sozcu. Secondo Milliyet alcuni manifestanti arrestati ad Ankara sono stati incolpati di avere voluto rovesciare il governo. Se formalmente incriminati rischierebbero l'ergastolo. Prima ancora di rimettere piede in Turchia, oggi Erdogan in una conferenza stampa a Tunisi ha gia' fatto risalire la tensione. Ha denunciato il coinvolgimento di ''terroristi'' fra i manifestanti e ha ipotizzato che dietro alla protesta possano esserci potenze estere, spiegando che sette manifestanti stranieri sono stati arrestati, e ha chiarito che non rinuncera' al contestatissimo progetto di trasformazione di Piazza Taksim e del Gezi Park a Istanbul. ''Non permetteremo a una minoranza di dettare legge alla maggioranza'' ha detto.

La dura repressione delle manifestazioni della settimana scorsa in difesa dei 600 alberi del parco aveva innescato la rivolta dei 'popolo laico' contro Erdogan in tutto il paese.

Alcuni quotidiani governativi hanno lanciato ipotesi complottistiche, secondo le quali Siria o Iran sarebbe dietro alla rivolta dei giovani turchi.

Il Gezi Park intanto si trasforma ogni giorno di piu' in cittadella libertaria sul modello della Puerta dei Sol degli indignados spagnoli due anni fa. Sotto gli alberi sono spuntate tende, una biblioteca, una mensa, una farmacia da campo.

Il Parco e' occupato da centinaia di giovani, ci sono corsi di yoga, dibattiti politici, una sorta di asilo nido. Da sabato, con il ritiro della polizia, non ci sono piu' stati incidenti seri a Taksim. E' Ankara ora la roccaforte della 'resistenza' a Erdogan. Nella capitale si registrano duri scontri ogni notte.

Questa sera gli indignados hanno organizzato un 'Chapuling party' (libera traduzione inglese di 'Capulcu', 'vandalo' in turco), nel Kugulu Park di Tunali, la via della movida rivoluzionaria della capitale. Qualche giorno fa Erdogan aveva bollato le centinaia di migliaia di manifestanti come ''4 o 5 capulcu''. Da allora i ribelli si sono autobattezzati con orgoglio i ''capulcu''. E 'Chapulling' e' entrato ufficialmente in Wikipedia, entrando nella letteratura mondiale immortale come ''neologismo nato con le proteste in Turchia''. (ANSAmed).

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"La mistica appunto precisa questi valori...nella loro attualità politica...e dimostra l'universalità di luogo e di tempo del Fascismo"(Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
RomaInvictaAeterna
Site Admin
Site Admin


Età: 39
Registrato: 30/11/04 13:52
Messaggi: 3235
Località: Roma

MessaggioInviato: Ven Giu 07, 2013 2:10 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Erdogan comincia a fare le prime accuse...Sa riconoscere bene le rivolte provocate? In ogni caso non credo che nè Siria nè Iran abbiano il profilo e la tecnica tale da poter provocare rivolte interne. Soprattutto i "manifestanti" gridano all' "iranizzazione" della Turchia..Quindi? A chi giova?
_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"La mistica appunto precisa questi valori...nella loro attualità politica...e dimostra l'universalità di luogo e di tempo del Fascismo"(Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Le Inchieste de IlCovo Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





Associazione Culturale Apartitica- 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2006