Indice del forum

Associazione Culturale Apartitica-"IlCovo"
Studio Del Fascismo Mussoliniano
Menu
Indice del forumHome
FAQFAQ
Lista degli utentiLista degli utenti
Gruppi utentiGruppi utenti
CalendarioCalendario
RegistratiRegistrati
Pannello UtentePannello Utente
LoginLogin

Quick Search

Advanced Search

Links
Biblioteca Fascista del Covo
Canale YouTube del Covo
IlCovo su Twitter

Who's Online
[ Amministratore ]
[ Moderatore ]

Utenti registrati: Nessuno

Google Search
Google

http://www.phpbb.com http://www.phpbb.com
Il significato di: EDUCARE

 
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Dottrina del Fascismo
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
RomaInvictaAeterna
Site Admin
Site Admin


Età: 39
Registrato: 30/11/04 13:52
Messaggi: 3235
Località: Roma

MessaggioInviato: Sab Gen 14, 2012 1:22 pm    Oggetto:  Il significato di: EDUCARE
Descrizione:
Rispondi citando

Educazione


La parola italiana educazione è un termine colto, che riprende l’accusativo educationem del sostantivo latino educatio. Quest’ultimo deriva dal verbo educare, che a sua volta proviene da educere, composto di e- e del semplice ducere.
Educere dal valore originario di trarre fuori, far uscire, aveva acquistato anche quello ampliato di tirar su, far crescere, allevare, con particolare riferimento agli esseri umani nella loro infanzia. Anche educare aveva lo stesso significato, ma con in più un riferimento al far crescere in senso etico-morale.

L’azione espressa dal verbo educare aveva assunto un valore di così grande rilievo nello strutturarsi della civiltà romana che educatio venne a coincidere con la buona istruzione riservata ai figli delle famiglie delle classi più alte, come ci testimonia l’arte monumentaria dell’impero in cui il segno distintivo di un patrizio o comunque di una persona altolocata era costituito fra l’altro da un volumen (cioè un libro) tenuto in mano.

E’ significativo che con la caduta dell’impero e il conseguente crollo del sistema educativo romano, in primo luogo delle stesse scuole, scomparve perfino il concetto dell’educazione e ad educare si sostituì allevare. Da cui deriva il nostro termine allievo, cioè colui che impara qualcosa da qualcuno che glielo insegna.

Non a caso l’antico termine latino venne ripreso alla fine del ’400 a Firenze, nel periodo umanistico-rinascimentale, quando la riscoperta della civiltà classica fu posta alla base di nuovi valori culturali e sociali.

Ancora oggi il significato principale della parola mantiene gli elementi presi dalla tradizione: con educazione si indica cioè un processo di formazione dell’individuo in cui vengono passati da una generazione più anziana ad una più giovane non solo saperi tecnici, ma più in generale regole di comportamento e principi morali che mirano a far crescere bene i giovani, costituendo i presupposti per il loro buon inserimento nella società.

Con educazione ci riferiamo dunque non solo alla crescita intellettuale di un individuo, ma anche alla sua capacità di adeguarsi a determinate regole e modelli sanzionati socialmente. Per questo definiamo beneducato chi sa comportarsi a modo; mentre è maleducato o addirittura ineducato chi non conosce le buone maniere e agisce di conseguenza.

Tuttavia, anche il riferimento all’istruzione è presente nell’uso attuale: così si parla di educazione letteraria o linguistica, civica, musicale o artistica, tecnica o fisica. Alcune di queste denominazioni indicano anche specifiche discipline insegnate nelle scuole.

Proprio in questo senso le scienze pedagogiche sono state definite scienze dell’educazione: e il legame tra pedagogia ed educazione appare ancora più evidente quando ci si riferisce al concetto di educazione permanente come a un itinerario di formazione e di autoformazione che ciascun individuo realizza nel corso di tutta la vita quale rivisitazione continua delle proprie conoscenze e di adeguamento alle mutate condizioni ed esigenze della società.

Dunque, nel significato della parola educazione è compreso il senso di trasmissione non solo di competenze tecniche, ma soprattutto di regole di vita: il vero educatore è perciò colui che sa parlare, prima ancora che all’intelligenza, al cuore di coloro che vuole far crescere, primi fra tutti i giovani, come ha mostrato, tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio degli anni Settanta, nella scuola di Barbiana, Don Lorenzo Milani, il cui obiettivo fondamentale non era quello di trasmettere nozioni, bensì di formare uomini.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

"La mistica appunto precisa questi valori...nella loro attualità politica...e dimostra l'universalità di luogo e di tempo del Fascismo"(Giani)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Safra




Registrato: 02/09/11 07:55
Messaggi: 570
Località: Venezia

MessaggioInviato: Sab Gen 14, 2012 7:21 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il significato di educazione, come da te riportato ha perso completamente senso al giorno d'oggi, che al termine accosta un vago ed astratto concetto di "imposizione" al quale doversi piegare in determinati e necessari momenti.

In una societa' sana, dovrebbe essere invece il primo valore in assoluto per importanza sociale.

Citazione:

Ancora oggi il significato principale della parola mantiene gli elementi presi dalla tradizione: con educazione si indica cioè un processo di formazione dell’individuo in cui vengono passati da una generazione più anziana ad una più giovane non solo saperi tecnici, ma più in generale regole di comportamento e principi morali che mirano a far crescere bene i giovani, costituendo i presupposti per il loro buon inserimento nella società.


Nella societa' odierna manca proprio il processo educativo e di formazione del giovane, perche' i primi ad essere ineducati sono coloro che dovrebbero trasmettere ed insegnare i principi morali. Mancano gli insegnanti, purtroppo.

_________________

"Ho tolto la libertà. Si, ho tolto quel veleno che i popoli poveri ingoiano stupidamente con entusiasmo. Ho fatto versare il sangue del mio popolo. Sì, ogni conquista ha il suo prezzo." Mussolini si confessa alle stelle.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Legionarivs




Registrato: 09/07/11 01:34
Messaggi: 162

MessaggioInviato: Sab Gen 14, 2012 10:38 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La parola "educare" sta purtroppo rischiando di passare da quanto scritto sopra a "stai fermo mentre ti riempio di nozioni", cambiandone totalmente il concetto.
_________________
"Il Fascista... comprende la vita come dovere, elevazione, conquista; la vita deve essere alta e piena: vissuta per se, ma soprattutto per gli altri vicini e lontani, presenti e futuri." Mussolini, La Dottrina del Fascismo
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Fascio Littorio
Cittadino Fascista
Cittadino Fascista


Età: 22
Registrato: 13/10/10 16:15
Messaggi: 190

MessaggioInviato: Dom Gen 15, 2012 11:56 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Educazione Civica o come la vogliamo chiamare dovrebbe essere la prima "materia" da apprendere; prima di matematica, italiano , ecc...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Maurizio83
Cittadino Fascista
Cittadino Fascista


Età: 35
Registrato: 21/09/10 18:30
Messaggi: 315
Località: Milano

MessaggioInviato: Lun Gen 16, 2012 11:16 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Concordo con Safra...ciò che manca oggi in primis è proprio il vero insegnate...colui che insegna i valori prima ancora che per esempio delle semplici nozioni scolastiche...insomma un vero maestro di vita...da ricordare negli anni a venire con nostalgia...dubito che oggigiorno ci siano persone capaci di farsi ricordare nel tempo per aver trasmesso ed educato nel vero senso della parola. E se ci sono saranno di certo un'esigua minoranza.
_________________
"O si riesce a dare una unità alla politica e alla vita europea o l'asse della storia mondiale si sposterà definitivamente oltre Atlantico e l'Europa non avrà che una parte secondaria nella storia umana! B. Mussolini
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Dottrina del Fascismo Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





Associazione Culturale Apartitica- 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2006